1 Maggio 2014. Dichiarazione della Federazione Sindacale MondialeTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

1 Maggio 2014. Dichiarazione della Federazione Sindacale Mondiale

Basta con la disoccupazione!Organizzare e lottare per il lavoro e una vita degna per tutti! La Federazione Sindacale Mondiale (FSM) rivolge un saluto di lotta, di classe e internazionalista ai suoi quasi 90 milioni di lavoratori affiliati in più di 120 paesi del mondo, al movimento sindacale di classe, ad ogni lavoratore e lavoratrice in tutto il pianeta e lancia un appello a onorare questa giornata con scioperi, eventi di lotta, dimostrazioni.
Questo Primo Maggio trova la classe lavoratrice in condizioni molto pericolose. La ricetta di tutti i governi capitalisti e dei meccanismi imperialisti (FMI, Banca Mondiale, Unione Europea, ecc.) per “uscire dalla crisi” è la stessa in ogni paese: tagli nei salari e nelle pensioni, eliminazione dei diritti sociali, disoccupazione. Allo stesso tempo, le contraddizioni all’interno del sistema imperialista, generano una situazione sempre più pericolosa per i lavoratori e alimentano nuovi rischi.

Occorre stare in guardia! In questi giorni nell’OIL (Organizzazione Internazionale del Lavoro), gli imprenditori e i governi capitalisti vogliono eliminare il diritto di sciopero. Vogliono eliminare il diritto di sciopero stabilito dal Trattato 87 dell’OIL. Il diritto di sciopero non è stato “regalato” ai lavoratori da nessun governo e da nessun organismo internazionale. E’ un diritto conquistato attraverso lotte operaie molto dure e continuerà ad esistere solo con la lotta dei lavoratori. La FSM dichiara: Giù le mani dal diritto di sciopero e chiama il movimento sindacale di classe ad organizzare mobilitazioni di massa e di lotta per difenderlo.

La disoccupazione, a livello internazionale, attacca senza pietà la classe operaia e i suoi figli e figlie; si trasforma in una leva per aumentare lo sfruttamento, specialmente quello delle donne e dei giovani dei settori popolari. Questo Primo Maggio, la FSM chiama la classe lavoratrice internazionale a lottare contro il fenomeno disoccupazione: organizzare i disoccupati nei sindacati, lottare per la sopravvivenza, per prestazioni sociali destinate ai lavoratori disoccupati, e per il diritto a un lavoro stabile e fisso per tutti. Lottare contro la disoccupazione e i fattori che la generano. Facciamo di questo Primo Maggio un punto di partenza per la preparazione della Giornata Internazionale di Azione della FSM, il 3 ottobre 2014, la cui tematica centrale è la lotta contro la disoccupazione. Perché la disoccupazione è un fenomeno inerente al sistema capitalista.

Lavoratori e Lavoratrici del mondo,
Non esiste alcuna ragione perché la nostra classe operaia debba vivere in povertà, disoccupazione, fame, guerre imperialiste e debba mancare di sanità ed educazione pubbliche e gratuite. La FSM chiama tutti i lavoratori e le lavoratrici ad unirsi sotto le sue bandiere e ad organizzare scioperi, marce ed eventi di lotta per difendere il diritto di sciopero, lottare per un lavoro stabile e fisso per tutti, per le libertà sindacali e i diritti sociali.

Il futuro della classe operaia non può essere lo sfruttamento e la barbarie capitalista. La FSM per questo Primo Maggio e per tutti gli altri giorni lancia un appello a tutti i lavoratori, basato sulle tematiche del “Patto di Atene”, il nostro documento politico e sindacale, approvato al 16° Congresso Sindacale Mondiale nel 2011:

“Lavoratori, solleviamoci contro la barbarie capitalista, per la giustizia sociale e per un mondo senza sfruttamento”.

La Segreteria della Federazione Sindacale Mondiale

Fonte: Marx21.it

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top