19 ottobre. Una giornata di mobilitazione per reddito minimo e diritto alla casaTribuno del Popolo
mercoledì , 26 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

19 ottobre. Una giornata di mobilitazione per reddito minimo e diritto alla casa

Il 19 ottobre a Roma si terrà la manifestazione indetta da tempo per il reddito minimo e il diritto alla casa. I media hanno già cominciato ad alimentare un clima di tensione intorno alla giornata di domenica, presentandola come manifestazione “a rischio”.

In un Paese dove i media cercano di far percepire come pericolo la manifestazione del 19 ottobre non c’è da stupirsi se altre cose, ben più gravi, passano sottotraccia. Così si sceglie di alimentare la tensione in vista di domenica, ignorando invece quali sono i temi della protesta che porteranno in piazza migliaia di persone. A organizzare la manifestazione del 19 infatti sono state persone interessate a lottare per il reddito minimo e per il diritto alla casa, due prerogative che sono ormai state completamente escluse dai tavoli della politica; semplicemente non c’è nessuno che se ne occupi. Del resto tutti hanno interesse a far percepire la manifestazione del 19 come un evento in mano a “estremisti”, il metodo ideale per denigrarli e isolarli, mettendoli ai margini della società. Ed è chiaro che queste manifestazioni vengano percepite dall’establishment come un vero pericolo perchè sono manifestazioni “antistitemiche”, manifestazioni che si propongono di voler lavorare per una reale alternativa nella politica e nella visione del mondo. Insomma è interesse dello status quo definire la manifestazione del 19 non come una manifestazione popolare ma come una esibizione di estremisti violenti, il modo migliore per strumentalizzare e denigrare un intero movimento, uno schema che abbiamo, purtroppo, già imparato a conoscere molto bene. E invece a Roma il 19 saranno in piazza migliaia di persone, migliaia di giovani che sono stati dimenticati da un organizzazione del mondo che non tiene conto di loro. Per questo sarà molto importante che la manifestazione di domenica mostri al  mondo di essere capace di portare in piazza una protesta reale, di migliaia di persone, che vogliono dire al mondo che esiste la possibilità di organizzare le cose in modo diverso, strappando finalmente la sopravvivenza alle grinfie del “mercato” e riportando il benessere delle persone davanti al profitto. E quanto più questa manifestazione sarà pacifica, oceanica, di popolo, quanto più i palazzi del potere tremeranno, sapendo che il sentimento di rabbia e di riscatto si sta in qualche modo propagando nella società reale.

Gracchus Babeuf

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top