2 giugno, Festa della Repubblica. Ma cosa si festeggia?Tribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

2 giugno, Festa della Repubblica. Ma cosa si festeggia?

Il 2 giugno del 1946 si tenne il referendum istituzionale a suffragio universale con il quale gli italiani vennero chiamati a scegliere tra monarchia e repubblica. Alla fine vinse la repubblica e la casa Savoia venne esiliata, ponendo fine a 85 anni di Regno. Oggi però c’è davvero poco da festeggiare…

Photo Credit

Il 2 giugno è la festa della Repubblica Italiana. Una data, il 2 giugno, che dice molto poco ai più, e soprattutto di questi tempi, è una data che viene percepita probabilmente come lontana, distante. E come dare torto a chi non si sente più rappresentato dalle istituzioni di un Paese che, negli ultimi anni, è peggiorato in modo verticale. A ben guardare però forse qualcosa da festeggiare c’è, dato che il 2 giugno del 1946 l’Italia liberata dal fascismo scelse la Repubblica alla Monarchia, ponendo fine a 85 anni di regno della casa Savoia. Fu un referendum istituzionale indetto a suffragio universale, e fin dalle prime ore del mattino si formarono lunghe code ai seggi, ma alla fine vinse la Repubblica con 12.718.641 voti contro 10.718.502, e i monarchi di casa Savoia vennero esiliati. In sostanza quindi il 2 giugno l’Italia celebra la nascita della nazione, ed è una data molto importante perchè segna la nascita di una “nuova” Italia, un’Italia liberata con il sangue e il sudore dei partigiani, un’Italia che ha voluto recidere per sempre il legame con la “vecchia” Italia, quella della monarchia che fu responsabile dell’avvento del fascismo e della guerra successiva. In tutto il mondo le ambasciate italiane tengono un festeggiamento cui sono invitati i Capi di Stato del Paese ospitante. Da tutto il mondo arrivano al Presidente della Repubblica Italiana gli auguri degli altri capi di Stato e speciali cerimonie ufficiali si tengono in Italia. Questa data ha un significato particolare anche e soprattutto per le donne, che il 2 giugno del 1946 furono chiamate per la prima volta a votare. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top