28 aprile. E' il giorno della salute e della sicurezza sul LavoroTribuno del Popolo
lunedì , 18 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

28 aprile. E’ il giorno della salute e della sicurezza sul Lavoro

 

E’ il 28 aprile, la “Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro”, anche se c’è veramente poco da celebrare. Iniziative per sensibilizzare la cittadinanza ci saranno da Nord a Sud. 

In Italia il lavoro è il grande assente e la percentuale di disoccupati aumenta a dismisura, forse anche per questo la giornata di oggi, 28 aprile, ovvero la “Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro” è così importante. Il tema scelto è la Salute e sicurezza nell’utilizzo di prodotti chimici sul lavoro , come sottolineato dall’Organizzazione Internazionale sul Lavoro, che ha ricordato come le sostanze chimiche siano fondamentali “nella vita moderna e continueranno ad essere prodotte e utilizzate sui luoghi di lavoro“. Secondo l’Ilo solo l’azione diretta dei governi insieme a quella dei datori di lavoro e dei lavoratori potrà promuovere la gestione razionale dei prodotti chimici e “realizzare un equilibrio adeguato tra i vantaggi che rappresentano le sostanze chimiche e le misure preventive e di controllo degli effetti indesiderati sui lavoratori, sulla popolazione e sull’ambiente“. Nonostante negli ultimi tempi i maggiori progressi nel campo della sicurezza siano avvenuti proprio nel settore delle sostanze chimiche, c’è ancora molto da fare. Come ha sottolineato l’Agenzia Onu per il lavoro infatti, “Continuano ad esserci incidenti gravi con conseguenze negative per la salute umana e per l’ambiente. I lavoratori direttamente esposti a sostanze pericolose dovrebbero avere il diritto di lavorare in un ambiente sicuro e salubre, e di essere adeguatamente informati, formati e protetti“. Vanno in quest’ottica le iniziative organizzate dai sindacati, con una iniziativa di ieri a Milano dove è stata realizzata una giornata di musica, poesie e testimonianze per dire stop alle morti legate all’amianto. Oggi, sempre nel capoluogo lombardo ci sarà un presidio davanti alla Regione per chiedere la rimozione definitiva dell’amianto da scuole, ospedali, abitazioni e strutture pubbliche e private.  A Bologna invece ci sarà una manifestazione a sostegno del varo del Piano Nazionale Amianto, indetta da Cgil, Cisl e Uil dell’Emilia Romagna. L’appuntamento è in piazza Nettuno dalle ore 14.30 alle ore 17. “Sono stati 152 i lavoratori morti in Emilia Romagna per amianto, e ogni anno aumentano gli ammalati” spiega un comunicato sindacale: “È irresponsabile che di fronte a questa strage il governo blocchi da oltre un anno il Piano Nazionale Amianto, dopo oltre 20 anni dalla messa al bando dell’amianto. Le organizzazioni sindacali, insieme alle associazioni delle vittime dell’amianto, chiedono che le istituzioni agiscano con urgenza per affrontare definitivamente il problema amianto e si occupino delle persone a rischio e dei malati”. Alle ore 11  invece è in programma a piazza Trieste e Trento a Napoli un presidio con flash mob, promosso da Cgil Cisl Uil, in occasione della “Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro“, promossa dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro per richiamare l’attenzione sull’importanza della prevenzione degli incidenti sul lavoro e delle malattie professionali.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top