30 gennaio 1972, "Bloody Sunday", un giorno che non possiamo dimenticareTribuno del Popolo
giovedì , 30 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

30 gennaio 1972, “Bloody Sunday”, un giorno che non possiamo dimenticare

Il 30 gennaio del 1972 il 1º Battaglione del Reggimento dei Paracadutisti dell’esercito britannico aprì il fuoco contro una folla di manifestanti per i diritti civili, colpendone 26 e uccidendone 13 per quello che è passato alla storia come “Bloody Sunday”. 

Il 30 gennaio 1972 si consumò un giorno molto triste al punto che quella data è passata alla storia come “Domenica di sangue”, o meglio Bloody Sunday. Con questo termine si indicano gli eventi terroristici accaduti nella città di Derry, in Irlanda del Nord. Quel giorno maledetto i Paracadutisti dell’esercito britannico hanno aperto il fuoco contro una folla di manifestanti per i diritti civili, colpendone 26 e uccidendone ben 13. Si trattò di un episodio gravissimo che ha segnato nel profondo la memoria del popolo irlandese approfondendo le ferite del passato rimaste aperte. Vennero feriti anche due manifestanti da parte di alcuni veicoli militari sotto gli occhi di diversi manifestanti tra cui Fulvio Grimaldi, che affermarono che i due erano disarmati. Non solo, altri cinque manifestanti sono stati colpiti alle spalle, come confermato peraltro nel 2003 da un ex paracadutista inglese che confessò di aver sparato a Barney McGuigan, che sollevava un fazzoletto bianco, uccidendolo. Londra, obbligata dall’indignazione, aprì due inchieste di cui la prima fu nient’altro che un vergognoso insabbiamento, e la seconda, del 1998. Alla fine un documento con migliaia di dati su quanto successo venne consegnato al governo britannico nel giugno 2010, e il 15 giugno il primo ministro britannico Cameron presentò le conclusioni del rapporto a firma di Lord Saville di Newdigate commissionato alcuni anni prima dal Governo britannico, che condannava senza alcuna giustificazione la condotta tenuta in quelle circostanze dall’esercito inglese. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top