Abolizione delle provincie e pareggio di bilancio: le mosse del Governo LettaTribuno del Popolo
martedì , 30 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Abolizione delle provincie e pareggio di bilancio: le mosse del Governo Letta

Il CDM del 26 luglio crea le “città metropolitane” e modifica l’art. 81 della Costituzione

Fonte Oltremedia

Nella mattinata di ieri, nella stessa settimana in cui la Consulta ha definito incostituzionale il decreto sul taglio delle province varato dall’esecutivo Monti, il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge costituzionale inerente la creazione delle “città metropolitane” e la conseguente soppressione delle province, valido su tutto il territorio nazionale escluse le province autonome di Trento e Bolzano. Tale decreto, costituito da otto articoli, è stato emanato allo scopo di ottenere “in ogni Regione una riduzione dei costi complessivi degli organi politici e amministrativi”.

Oltre a questo provvedimento, nel Consiglio dei Ministri è stato discussa e approvata la modifica all’articolo 81 della Costituzione, introducendovi il pareggio di bilancio. La modifica, che diventerà operativa nell’esercizio finanziario del 2014, recita: “Il bilancio dello Stato rispetta l’equilibrio delle entrate e delle spese. Non è consentito ricorrere all’indebitamento, se non nelle fasi avverse del ciclo economico nei limiti degli effetti da esso determinati, o per uno stato di necessità che non può essere sostenuto con le ordinarie decisioni di bilancio”. Tale “stato di necessità”, si legge in seguito nell’articolo, “è dichiarato dalle Camere in ragione di eventi eccezionali, con voto espresso a maggioranza assoluta dei rispettivi componenti. Ogni legge che importi nuovi o maggiori oneri finanziari provvede ai mezzi per farvi fronte. Le Camere ogni anno approvano con legge il bilancio e il rendiconto consuntivo presentati dal governo”

Francesco Stati

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top