Accordo Mosca-Riad per non aumentare il prezzo del petrolioTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Accordo Mosca-Riad per non aumentare il prezzo del petrolio

La notizia è importante: i due maggiori produttori di greggio al mondo, ovvero Russia e Arabia Saudita, avrebbero trovato un accordo circa il congelamento della produzione di petrolio. Si tratta di una notizia molto importante che potrebbe in qualche modo preludere a una possibile distensione tra i due paesi? Difficile a dirsi. 

Secondo quanto riferito da Bloomberg  i due maggiori produttori di greggio al mondo, ovvero Russia e Arabia Saudita, avrebbero preso la storica decisione di non aumentare la produzione di petrolio. A dichiararlo ufficialmente il ministro dell’Energia del Qatar che conferma dunque una decisione di portata potenzialmente storica visto e considerato che tra Mosca e Riad ultimamente non si respirava di certo un clima di distensione. I membri dell’OPEC avevano chiesto una riunione urgente per parlare del crollo verticale dei prezzi del petrolio (70%) che ha messo in seria difficoltà le economie dei paesi che si basavano sull’esportazione di greggio. Sauditi e russi avrebbero quindi trovato un accordo congelando la produzione di petrolio ai livelli di gennaio. Tuttavia questo accordo da solo non può bastare a dare risposte e rassicurazioni sul futuro in quanto nessuno a oggi sa se basterà un congelamento della produzione a risollevarne i prezzi, e soprattutto se i paesi esportatori ottempereranno agli impegni sin qui presi. Del resto proprio le economie di Russia, Venezuela, Iraq, Angola e molte altre sono entrate in recessione a causa del crollo del prezzo del petrolio e quindi che l’OPEC dovesse in qualche modo trovare una soluzione era abbastanza prevedibile.

Tribuno del Popolo

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top