Addio Rodney King, l'uomo della rivolta di Los Angeles | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Addio Rodney King, l’uomo della rivolta di Los Angeles

Rodney King, l’uomo che la notte del 2 marzo 1991 venne picchiato a sangue dalla polizia di Los Angeles , scatenando così la rabbia della comunità nera della metropoli, è stato trovato all’età di 47 anni morto questa mattina a Rialto, in California, nel fondo di una piscina.  Dopo il suo pestaggio centinaia di neri diedero alle fiamme la città, scatenando una rivolta che fece tremare l’America. Oggi a distanza di oltre vent’anni, gli episodi di intolleranza e razzismo sono purtroppo ancora all’ordine del giorno. 

Los Angeles, trovato morto Rodney King Il suo pestaggio scatenò le rivolte razziali

(ansa)

Rodney King era un tassista afroamericano con l’unica colpa di avere il colore della pelle sbagliato. Essere neri in America, nell’800 come nel ’900, come nel XXI secolo, continua a rappresentare un problema se si incontrano le persone sbagliate. Quel maledetto giorno del 2 marzo 1991 Rodney incontrò le persone sbagliate per le strade di Los Angeles, e senza aver commesso alcun crimine venne picchiato brutalmente dagli agenti della polizia di Los Angeles, i quali sarebbero poi stati vergognosamente prosciolti un anno dopo. Nel 1992, alla notizia del proscioglimento dei due poliziotti,  la comunità nera della città venne presa da una rabbia comprensibile e incontrollabile, scatenando una rivolta che fece tremare dalle fondamenta le sale del potere americano.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=16KzYcbNeBM]

Rodney King, all’età di 47 anni, è morto questa mattina alle prime ore dell’alba a Rialto, in California. La polizia ha recuperato il suo corpo senza vita al fondo di una piscina, e ogni tentativo di rianimarlo si è dimostrato del tutto inutile. Rodney King per anni ha rappresentato il simbolo della violenza xenofoba e immotivata, e il video del suo pestaggio suscita ancora rabbia e impotenza a oltre vent’anni dall’accaduto. Fermato per un banale eccesso di velocità, Rodney King non si fermò e dopo otto miglia di fuga gli agenti Tim e Melanie Singer,Stacey Koon, Laurence Powell, Timothy Wind, Theodore Briseno e Rolando Solano, pensarono bene di pestarlo selvaggiamente, scusandosi a posteriori sostenendo che Rodney King avesse tenuto un comportamento sospetto. Il video dell’accaduto fece il giro delle televisioni di tutto il mondo e il 29 aprile del 1992 gli agenti vennero scandalosamente assolti. Ne seguì una vera e propria rivolta popolare che portò a barricate, saccheggi, incendi e causò qualcosa come 53 morti.  Successivamente King ottenne un rimborso dal comune di Los Angeles di 3,8 milioni di dollari.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=P43WZd611WA]
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top