Afghanistan. Un fallimento casuale nella lotta ai talebani?Tribuno del Popolo
venerdì , 31 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Afghanistan. Un fallimento casuale nella lotta ai talebani?

Dopo il bombardamento dell’ospedale di MSF a Kunduz da parte degli americani l’Afghanistan è tornato al centro dell’attenzione internazionale  e molti osservatori si accorgono che i talebani avrebbero ritrovato una forza paragonabile a quella precedente al 2001. Vale a dire che gli americani hanno fatto la guerra per nulla? 

Secondo un rapporto delle Nazioni Unite pubblicato dal New York Times l’invasione dell’Afghanistan decisa dagli Stati Uniti nel 2001 non avrebbe ottenuto alcun vantaggio nè successo nell’eliminazione dei talebani. Anzi la recente battaglia di Kunduz, con tanto di crimine di guerra perpetrato dalle truppe Nato e Usa contro l’ospedale MSF,  hanno confermato come i talebani abbiano persino ripreso l’iniziativa militare, riconquistando la forza di cui disponevano prima del 2001. Non casualmente gli Usa hanno appena annunciato di voler rimanere in Afghanistan fino al 2017. In quattordici anni di guerra quindi non sarebbe stato conseguito alcun risultato, al punto da chiedersi se non fosse esattamente questo l’esito voluto. Nemmeno un mese fa secondo il rapporto circa il 50% delle regioni afghane erano considerate dalle Nazioni Unite come “ad alto rischio”.

nytimes
Non solo, sempre secondo il NyT molte delle provincie che dovrebbero essere sotto controllo del governo di Kabul sarebbero in realtà nelle mani dei talebani, con una situazione sul campo che non sarebbe così dissimile a quella di anni fa. Anche per questo Obama ha deciso di lasciare 5500 soldati anche dopo il 2016, e con gli Usa dovrebbero essere coinvolti, ovviamente, anche gli altri alleati della Nato. Non a caso subito il presidente italiano Renzi ha dichiarato di essere pronto a proseguire con l’impegno in Afghanistan accanto agli Usa. Insomma nonostante i miliardi e miliardi spesi, gli oltre 21.000 civili uccisi in Afghanistan tutto sembra essere da rifare, al punto che viene quasi da chiedersi se non sia voluto tutto ciò proprio quando gli Usa sono costretti dall’intervento della Russia in Siria a rivedere la propria geopolitica nella zona. Verrebbe quasi da chiedersi se non fosse proprio quello dell’instabilità totale l’obiettivo primario dell’intervento Usa in Afghanistan..
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top