Afghanistan. Usa passano il testimone ai contractorsTribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Afghanistan. Usa passano il testimone ai contractors

Washington ha da tempo annunciato il suo disimpegno dallo scenario dell’Afghanistan entro il prossimo anno. I soldati americani però verranno quasi sicuramente sostituiti da contractors militari.

photo Credit

Secondo le ultime indagini sui contractors che accompagnano abitualmente le forze armate americane elaborata dal Professional Overseas Contractors industry group, gli Stati Uniti danno lavoro a circa 110.404 agenti in Afghanistan, dei quali solo 33.000 sarebbero di nazionalità americana. Il loro lavoro comprende gli incarichi più disparati che vanno dal supporto logistico fino alla costruzione e alla sicurezza. Del resto secondo diversi esperti di scenari di guerra già oggi in Afghanistan ci sarebbero attivi più contractors rispetto ai soldati americani ufficiali. Quando tra pochi mesi le truppe americane verranno autorizzate a lasciare l’Afghanistan, spetterà ai mercenari sul posto continuare l’addestramento militare di polizia ed esercito afghano. Saranno sempre loro a coordinare e organizzare gli sforzi per la ricostruzione e lo sviluppo, questo secondo l’accordo di partnership strategica elaborata dall’accordo tra Washington e Kabul e che autorizza un piccolo numero di soldati a rimanere nel Paese fino al 2024. Secondo questo accordo strategico le truppe rimanenti rimarranno in Afghanistan fin quando il futuro governo dell’Afghanistan non deciderà che non potranno più farlo.  Nessuno conoscere quale sarà il numero esatto di personale militare che rimarrà in Afghanistan, ma se Kabul non concederà loro l’immunità probabilmente i soldati americani saranno costretti a ritornare tutti in patria; ed è qui che subentrano i contractors. Spesso e volentieri del resto sono proprio i contractors ad essere i primi obiettivi degli attacchi dei ribelli nel Paese. Nel solo 2011 almeno 430 lavoratori stipendiati dai contractors sono stati uccisi, mentre gli Stati Uniti hanno fatto sapere di aver subito la perdita di 418 soldati nell’ultimo anno. Ma affidarsi ai contractors oltre a essere più agevole sarà anche più economico e permetterà alla Casa Bianca di risparmiare diversi miliardi di dollari. Dal 2001 infatti gli Stati Uniti hanno speso qualcosa come 627 miliardi di dollari per finanziare le spese militari, e nel solo 2012 Washington secondo uno studio di Bloomberg avrebbe speso qualcosa come 516 miliardi di dollari per pagare tutti i contractors operativi in giro per il mondo. All’apice della guerra americana all’Iraq si stima che siano stati impiegati sul terreno qualcosa come 150.000 contractors dei quali circa 8500 rimangono a tutt’oggi sul terreno; solo 2356 di loro sono cittadini americani.

D.C.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top