Alba Dorata ha scelto di schierarsi con le multinazionali dell'oro | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 17 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Alba Dorata ha scelto di schierarsi con le multinazionali dell’oro

Alba Dorata ha scelto di schierarsi con le multinazionali dell’oro

Ieri i cittadini della cittadina ellenica di Ierissos sono scesi in piazza contro il progetto di realizzare una  miniera d’oro. Alba Dorata non ha avuto dubbi nello schierarsi a favore della multinazionale, e contro i cittadini che invece hanno visto colpito direttamente il proprio territorio. 

alba dorata chrysi avgì

C’è chi ha definito, secondo noi correttamente, i fascisti come i “cani da guardia” del capitalismo. La vicenda di Ierissos sembra confermare questa teoria dal momento che i cittadini della piccola cittadina greca sono scesi in piazza per protestare contro il progetto di una multinazionale dell’oro di sventrare il territorio per realizzare una miniera d’oro. Come prevedibile Alba Dorata si è schierata a favore della multinazionale e contro i cittadini. Ieri in Grecia era l’anniversario dell’indipendenza ellenica e in varie parti del Paese si sono registrati scontri e contestazioni. A Ierissos centinaia di giovani hanno voluto trasformare la consueta parata in una dimostrazione di dissenso nei confronti della Eldorado Gold e del governo ellenico, che intendono sventrare il terzo dito della penisola Calcidica per scavare un’enorme miniera d’oro. I cittadini hanno protestato anche contro la violenza della polizia, accusata nei giorni scorsi di aver lanciato lacrimogeni all’interno delle scuole in occasione delle proteste del 7 marzo. Ecco il comunicato trasmesso dai cittadini di Ierissos riguardo alla repressione della polizia: “È passato un anno dal 25 Marzo 2012, quando cittadini di ogni età hanno subito la violenza della polizia e la repressione statale, al servizio degli interessi delle multinazionali e dei grandi appaltatori. È passato un anno di lotta crescente e continua. Di una lotta per la sopravvivenza, contro l’occupazione, per la montagna, il bosco, l’acqua, l’aria, il futuro e la dignità. Di una lotta che è stata ripetutamente attaccata, taciuta e infamata. Per mettere fine a questa lotta hanno usato i MAT, le Unità Speciali di Repressione (EKAM) della polizia, le pallottole di gomma, i lacrimogeni, i media propagandisti, gli ambasciatori, i ricattatori, i teppisti, il terrorismo statale, l’arbitrarietà della polizia, i lacrimogeni dentro le scuole. Per l’estinzione di questa lotta viene stuprata la verità, la nostra vita, vengono calpestati i nostri diritti costituzionali ed umani. Noi però siamo ancora qua. Siamo più forti, più determinati che mai. Abbiamo il sostegno e la solidarietà della gente di tutta la Grecia, della gente di tutto il mondo. Lunedì 25 Marzo 2013 ci incontreremo all’incrocio di Megali Panagia e cammineremo verso il Chondro Dentro. Visiteremo il Kakavos per fargli, ancora una volta, la promessa che finché esisteremo noi, esisterà anche la montagna. Che finché esisteremo noi, le vite umane saranno al di sopra dei profitti dei potenti. Per promettergli che resisteremo e vinceremo!”.I neonazisti di Alba Dorata, come prevedibile, hanno deciso di marciare al contrario accanto agli interessi della multinazionale dell’oro. Ecco un estratto di un articolo pubblicato sul blog Atene Calling, che riproponiamo qua sotto: “Non appena abbiamo iniziato a commentare il fatto che Alba Dorata ha finora taciuto sulla lotta dei residenti della Calcidica contro le miniere d’oro della canadese El Dorado e dell’Oro Ellenico, ci hanno dimostrato che non hanno paura di parlare. E se qualcuno crede che Alba Dorata abbia urlato “no” alle miniere d’oro, che abbia minacciato i grandi appaltatori e il governo che “innaffia” di lacrimogeni anche le scuole di Ierissos o che si sia messa contro i “canali televisivi pornografici” [così aveva definito in passato i canali privati, n.d.t] per la loro propaganda sfacciata contro i residenti, allora sbaglia di grosso..Copiamo dal sito di Alba Dorata[i]. Le sottolineature sono di Alba Dorata e non nostre“È stato tenuto un incontro nella sede del gruppo parlamentare di Alba Dorata con alcuni rappresentanti dell’Unione dei Lavoratori delle Miniere di Kassandra. I deputati di Alba Dorata Ilias Kassidiaris, Polivios Zissimòpoulos e Antonis Gregos hanno calorosamente accolto il Presidente dell’Unione Anghelos Delighiovas ed il Segretario Ghiorgos Arvanitis”. Insomma, Alba Dorata si presenta sempre di più come un partito non antisistema, ma consustanziale allo stesso sistema capitalistico.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top