Alla scoperta del "Balun Mundial"Tribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Alla scoperta del “Balon Mundial”

Alla scoperta del “Balon Mundial”

Dopo che abbiamo presentato il “Balon Mundial” ora pubblichiamo l’intervista a Tommaso Pozzato, Presidente di Balon Mundial da ottobre 2013, che ha risposto alle domande del Tribuno. Intanto domenica andrà in scena il torneo di Street Soccer 3vs3 a Porta Palazzo a Torino, organizzato da Balon  Mundial in collaborazione con The Gate, AMECE e MUTI onlus, per il progetto Scopri Porta Palazzo.

Photo Credit  BM Ire

Abbiamo già parlato del “Balon Mundial” con un precedente nostro articolo (LEGGI QUI), presentandone il progetto e cercando di spiegare ai lettori le sue finalità. Per comprendere meglio e soprattutto per farci un quadro più preciso riguardo a questa lodevole iniziativa abbiamo fatto delle domande al presidente Tommaso Pozzato, che ci ha presentato il progetto:

Sapresti presentarci il progetto di Balon Mundial?
Balon Mundial è un progetto di incontro tra le culture migranti attraverso lo sport. L’idea, nata nel 2007, è di ricreare la Coppa del Mondo a Torino, ma le cui squadre sono create dai migranti che vivono la città. Iniziato con 20 squadre, da due anni le squadre maschili che giocano il torneo di calcio a 11 sono 36, e quelle femminili 10, ovvero più di 1200 atleti e oltre 30 nazioni rapppresentate. Vedremo il 2014 quali sorprese ci regalerà. Balon Mundial raccoglie inoltre lo spirito educativo dello sport. L’organizzazione cura il rispetto delle regole da parte di giocatori e dirigenti, il fair play tra avversari ed arbitri, tanto da creare premi dedicati alle squadre più corrette e facendo firmare ad ogni dirigente e capitano della squadra la “Carta Etica dello sport di Balon Mundial”. Ovviamente, essendo lo sport uno strumento, la parte interessante di Balon Mundial è quello che accade attorno ai campi: un mix di etnie e lingue dai 4 continenti (solo l’Oceania non è rappresentata), con le cucine e le musiche dal mondo, che insieme alle radiocronaca accompagnano il susseguirsi della partite di calcio. Novità del 2014 sarà la contemporaneità tra i tornei di calcio e il torneo di Cricket, per dare l’opportunità anche ai ragazzi di Afghanista, Pakistan, Bangladesh, India, di far parte della festa. Organizzare Balon Mundial negli anni è sempre più difficile; il numero di partecipanti e di squadre è sempre in aumento, ma contestualmente anche i costi. Il nostro obiettivo però è di mantenere intatto lo spirito del torneo, che prevede la gratuità della partecipazione gratuita di tutte le squadre. In un momento di difficoltà come questo, crediamo ancora di più nelle parole di Pierre de Cubertain: “Lo sport deve essere patrimonio di tutti gli uomini e di tutte le classi sociali”, parole rubate alla campagna di Torino 2015, ma che sposano in pieno lo spirito che Balon Mundial sostiene fin dal 2007 .
pepe3
Come sono andate le scorse edizioni, cosa hanno lasciato ai partecipanti?
Giunti all’ottava edizione, Balon Mundial è un evento atteso dalle comunità migranti, dalle squadre e da un certo numero di pubblico che ci segue negli anni. La grande magia che Balon Mundial regala alla città di Torino sono sicuramente le relazioni che nascono attorno ai campi di calcio. L’eredità che Balon Mundial lascia da un’edizione all’altra sono le relazioni, le collaborazioni tra Associazioni che si conoscono attorno ai campi, e che poi durante l’anno organizzano insieme eventi culturali, la nascita di nuove squadre multietniche, la creazione di nuove amicizie al di là della nazionalità di appartenenza. Balon Mundial è stato anche il motivo di ritrovo di alcuni gruppi. Cito con piacere il caso della squadra della Bosnia, un gruppo che si è riunito per la prima volta per partecipare a Balon Mundial, di cui molti dei partecipanti prima del debutto in campo non si erano mai incontrati con i loro connazionali.
irene pepe
Quale è stata la risposta del pubblico?
Il pubblico di Balon Mundial è da anni in crescita. É stato sicuramente emozionante nel 2012 entrare il giorno della finale allo stadio Primo Nebiolo e vedere la tribuna coperta stracolma di tifosi festanti, con molto pubblico in piedi stipato nel piazzale antistante. Nonstante questo, nel 2013 siamo riusciti ad aumentare le presenze, con quasi 2000 supporter, tra cui il giocatore della Juventus Kwando Asamoah, venuto a supportare i suoi connazionali del Ghana giunti in finale. Nelle settimana precedenti, a sorpresa, anche il Ministro Cecile Kyenge, era venuta a trovarci ai campi della Colletta. Obiettivo di Balon Mundial, nell’anno dei mondiali, è sempre di più far incontrare i torinesi con i nuovi cittadini di Torino, attraverso la passione trasversale per il calcio. 4- Queste iniziative aiutano effettivamente l’integrazione e sconfiggono il razzismo ? L’incontro, il dialogo e la conoscenza sono le armi principali con cui si può sconfiggere il razzismo. Spesso, anche solo per superficialità nascono pregiudizi che si possono abbattere semplicemente conoscendo il proprio vicino di casa migrante. Nel campo da calcio il focus di ogni atleta non è sul colore della pelle o sulla lingua parlata, ma sula capacità di toccare il pallone e gettarlo in rete. Il calcio è uno strumento universale di incontro, capace di abbattere ogni barriera. E la bellezza di Balon Mundial sta in questo, far incontrare con un torneo molto partecipato ragazzi provenienti da tutto il mondo attorno ai campi di calcio, e poi vederli insieme commentare la propria partita davanti ad un bevanda tipica al termine di ogni gara. Le relazioni , che sono la forza di Balon Mundial, sono anche la base su cui si sta costruendo una città multietnica, ed è l’eredità che edizione dopo edizione Balon Mundial lascia alla Città di Torino.
Intanto domenica a Torino nella centralissima Porta Palazzo (Piazza della Repubblica) ci sarà il Torneo di Street Soccer 3vs3 aperto a tutti e completamente gratuito in occasione della Festa dello Sport 2014. L’iniziativa è organizzata da Balon Mundial in collaborazione con The Gate, AMECE e MUTI onlus, per il progetto Scopri Porta PalazzoSulla piazza, oltre al campo da calcetto, ci saranno musica, area chill, ping pong e calcetti, un campo da pallavolo, un campo da basket, spettacoli di giocoleria e area bimbi, e tanto altro.
D.C.
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top