Alta tensione in Medio Oriente dopo il caso dei ragazzi israeliani rapitiTribuno del Popolo
martedì , 24 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Alta tensione in Medio Oriente dopo il caso dei ragazzi israeliani rapiti

Alta tensione in Medio Oriente dopo il caso dei ragazzi israeliani rapiti

Tre ragazzi israeliani sono spariti nel nulla e il premier israeliano Netanyahu non ha dubbi e ha accusato direttamente Hamas del rapimento, cogliendo l’occasione per invitare Abu Mazen a intervenire per catturare i rapitori. Proprio Abu Mazen ha però duramente condannato il rapimento dei tre ragazzi. Ora il rischio è una escalation nel cuore del Medio Oriente. 

In Medio Oriente basta davvero poco per far saltare il banco. Qualche giorno fa avevano fatto discutere le notizie delle ennesime violenze subite dai cittadini palestinesi in varie località del Medio Oriente e dei nuovi insediamenti per i coloni israeliani sbloccati dal governo, ora il rischio di una vera escalation dopo il rapimento di tre ragazzi israeliani in Cisgiordania è davvero reale. Il presidente palestinese Abu Mazen ha però subito voluto condannare apertamente il rapimento dei tre ragazzi, come riportato dall’agenzia Wafa. Abu Mazen però ha voluto anche denunciare le violazioni israeliane commesse nelle ore subito successive al rapimento dei tre giovani, ovvero rastrellamenti arbitrari di palestinesi nel tentativo di trovare i responsabili del rapimento.  La presidenza palestinese… condanna gli eventi avvenuti la scorsa settimana, a cominciare dal sequestro di tre ragazzi israeliani“, si legge in un comunicato con un chiaro riferimento alle operazioni di ricerca della polizia israeliana dei tre ragazzi, operazioni nelle quali sono state arrestate ben 150 persone tra cui anche il presidente del parlamento palestinese Aziz Dweik. Nelle score ore inoltre, il premier Netanyahu ha telefonato direttamente ad Abu Mazen per chiedere un suo intervento nella vicenda al fine di catturare i rapitori e liberare i ragazzi rapiti. rapitori di Hamas secondo un comunicato del suo ufficio  sono partiti da aeree che si trovano sotto controllo dell’Anp, e là sono rientrati. L’episodio  evidenzia il carattere del terrorismo che noi combattiamo“, ha dichiarato Netanyahu, uno dei principali critici dell’avvicinamento tra le varie anime politiche palestinesi. Israele dal conto suo continua ad accusare Hamas di terrorismo, e ha chiaramente detto che la partnership politica sottoscritta da Abu Mazen qualche settimana fa con Hamas rappresenti un male per Israele e per l’intera regione. La sensazione è che la tensione sia destinata ad aumentare, ancor più che Israele al posto di provare a spingere per la tolleranza e la distensione continua a effettuare vere e proprie provocazioni, vedi lo sblocco di migliaia di nuovi insediamenti per i coloni.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/jewishagencyforisrael/4379267913/”>The Jewish Agency for Israel</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nd/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top