Alta tensione tra le due CoreeTribuno del Popolo
venerdì , 21 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Alta tensione tra le due Coree

Si rischia un conflitto vero e proprio tra Corea del Nord e Corea del Sud dopo che nelle scorse ore si sono verificati degli scambi di artiglieria al confine. Pyongyang ha allertato il proprio esercito mettendolo sul piede di guerra e Seul ha riposto a tono, dichiarando di essere pronta a ogni evenienza.

Era già successo che le due Coree si trovassero a un passo da una guerra vera e propria, ma fortunatamente ci si riuscì a fermare prima dell’inevitabile. Questa volta il rischio che il conflitto possa esplodere veramente esiste, e la sensazione è che si sia creata una situazione di tensione pericolosa che potrebbe anche portare a ulteriori passi verso una guerra vera e propria. In passato in Corea del Nord era spettato a Kim Il-Sung gestire crisi analoghe, vedi l’affondamento di una nave sudcoreana da parte di un sommergibile di Pyongyang, ma alla fine si era riusciti a evitare che la crisi diventasse una guerra aperta.

Tutto è cominciato nelle scorse ore quando la Corea del Nord si è lamentata degli altoparlanti posizionati da Seul al confine e che da settimane lanciano messaggi di propaganda contro Pyongyang. La Corea del Nord aveva lanciato un vero e proprio ultimatum di 48 ore per chiedere a Seul di rimuovere gli altoparlanti dalla zona demilitarizzata che divide i due paesi dal 1953, ma Seul non ha ceduto causando così la reazione di Pyongyang che ha lanciato un razzo contro uno degli altoparlanti. A quel punto la reazione di Seul è stata immediata e l’esercito sudcoreano ha parato una decina di colpi di artiglieria verso il Nord, rifiutando peraltro di rimuovere gli altoparlanti.

A questo punto Kim Jong-Un ha ordinato immediatamente all’esercito di entrare in un semi-stato di guerra dopo una riunione di emergenza fiume, di conseguenza la tensione è salita alle stelle e l’esercito nordcoreano si è subito messo in posizione pronto a una eventuale guerra in qualsiasi momento. Da parte sua la Corea del Sud ha reagito ammonendo Pyongyang dall’effettuare azioni avventate, ma il timore è che la Corea del Nord possa sparare missili a corto raggio da ambedue i lati del suo territorio contro Seul. Precedenti che ne sono anche, ad esempio il bombardamento da parte di Pyongyang dell’isola sudcoreana di Yeonpyeong che causò la morte di due civili e due soldati nel 2010, ma quella volta anche grazie alle pressioni della Cina si riuscì a evitare una escalation. Secondo molti si tratterebbe dell’ennesima provocazione ma in una situazione di estrema tensione internazionale anche un piccolo incidente potrebbe essere responsabile dell’esplosione della guerra.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top