America Latina - Cina L'asse della speranza | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 22 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

America Latina – Cina L’asse della speranza

Gli sviluppi degni di attenzione nella scena mondiale attuale, dal punto di vista dell’avanzata del socialismo, si sono verificati in America Latina e in Cina.

In America Latina alcune forze politiche, cercando di costruire il socialismo, si sono sviluppate parallelamente alla crescita elettorale della sinistra in quasi tutto il continente. In Venezuela è in corso una battaglia aperta per stabilizzare il secondo regime socialista in America Latina, dopo Cuba. Per più di un decennio il programma socialista è stato sostenuto dalla maggioranza della popolazione del Venezuela, nonostante  la ferma opposizione  degli USA e dei suoi alleati. Dall’elezione di Chavez nel 1999, attraverso la sconfitta del golpe della destra nel 2002, allo sventato sabotaggio dell’industria petrolifera del Venezuela da parte della dirigenza nello stesso anno, alle successive vittorie elettorali di Chavez: questo è il movimento progressista più duraturo in Venezuela (13 anni). La lotta socialista ormai esplicita in Venezuela ha interagito con altri movimenti di sinistra in America Latina per influenzare la situazione dell’intero continente.

La Cina è protagonista della più rapida crescita economica in un grande paese nella storia dell’umanità, che ha portato al di sopra della soglia di povertà 620 milioni di persone, più dell’intera popolazione dell’Unione Europea o dell’America Latina. Ha creato la seconda maggior economia del mondo e all’attuale tasso di crescita il suo PIL supererà quello degli Stati Uniti in meno di un decennio.

Il commercio con la Cina, che al momento è il maggior esportatore mondiale e sta diventando il maggior importatore, ha permesso a molti paesi in via di sviluppo, in particolare in Africa e in America Latina, di rompere con il dominio economico degli USA. Questo ha messo l’America Latina in condizione di accelerare la propria crescita economica e conseguentemente ha migliorato le condizioni di vita della sua popolazione.

La Cina è diventata un partner commerciale sempre più importante per il Venezuela, come per altri paesi dell’America Latina, sia nel commercio che negli investimenti. Inoltre la Cina, nonostante le forti opposizioni imperialistiche, ha lanciato un satellite per il Venezuela, cosa che ha migliorato notevolmente le comunicazioni in quel Paese.

Ma sebbene l’interazione effettiva tra l’America Latina e la Cina sia ormai consolidata, molto rimane da fare riguardo all’analisi degli insegnamenti che ciascuna può offrire all’altra. Il generale boom economico internazionale antecedente al crack finanziario del 2008 ha dimostrato che la situazione economica in America Latina era in grado di progredire sotto direzioni politiche di centro sinistra, non necessariamente socialiste. Non c’era perciò uno stimolo urgente in America Latina per studiare il modello economico cinese. La Cina, da parte sua, è stata cauta nel creare collegamenti con quel che era stato visto fino a poco tempo prima come il “cortile” della politica USA, temendo di provocare un forte scontro con l’imperialismo statunitense.

Recentemente, tuttavia, ci sono stati chiari segnali che sia l’America Latina che la Cina si stanno studiando reciprocamente in misura sempre maggiore. La crisi finanziaria e i conseguenti strascichi hanno portato alla radicalizzazione della politica economica in alcuni paesi del’America Latina. Mentre nel 2008 il Venezuela ha reagito alla crisi finanziaria con politiche finanziarie dure e sbagliate, che hanno provocato la recessione, alla nuova ondata di crisi finanziaria ed economica ha risposto, negli ultimi due anni, con grossi progetti di investimento statale nell’edilizia residenziale e nelle infrastrutture. Si è ottenuta così sia una crescita economica accompagnata da un forte miglioramento nelle condizioni di vita della popolazione.

A Cuba è iniziata una riforma sul modello cinese. Contemporaneamente in Brasile si è iniziato a discutere del modello economico della Cina. In breve, la politica economica cinese sta per essere più studiata e seguita di quanto non sia successo prima, quando l’economia era guidata secondo un riformismo piuttosto eclettico.

Mentre si iniziavano a studiare le politiche economiche cinesi in America Latina, il maggior coinvolgimento della Cina nella zona è diventato sempre più evidente. Superando le semplici relazioni bilaterali con i singoli Paesi, la Cina ha proposto un accordo di libero scambio con il blocco del Mercosur (Mercato Comune del Sud). Il Partito Comunista Cinese ha rilasciato un lungo studio sulle sue relazioni con i partiti politici dell’America Latina, illustrandolo con una foto di Che Guevara e Zhou Enlai, una scelta interessante e non politicamente banale.

È pertanto evidente che tanto i legami soggettivi quanto quelli oggettivi tra America Latina e Cina stanno accelerando. Questo è uno dei più importanti cambiamenti che stanno avvenendo nel mondo, perché sta portando le due forze attualmente più potenti a collaborare nella lotta per il socialismo.

Traduzione di Davide Busetto per www.Marx21.it

Tratto da http://www.socialistaction.net/International/International-Politics/Latin-America-%E2%80%93-China-axis-of-hope.html

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top