Anche la Cina si schiera con Mosca sul caso del Boeing abbattutoTribuno del Popolo
martedì , 28 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Anche la Cina si schiera con Mosca sul caso del Boeing abbattuto

Dopo le feroci polemiche inerenti l’abbattimento del Boeing della Malaisyan Airlines in Ucraina dell’Est, tutto l’Occidente ha istericamente addossato la colpa a Mosca e ai filorussi nonostante la Russia abbia fornito prove del coinvolgimento di Kiev. Ora anche la Cina ha voluto prendere posizione a favore di Mosca.

Dovrebbe almeno in teoria essere la notizia del giorno, e invece stranamente tutti i media occidentali hanno preferito tacere, forse perchè si tratta di una notizia scomoda, una di quelle che rompono, letteralmente, le uova nel paniere. Stiamo parlando della importante presa di posizione della Cina, con Pechino che ha alzato i toni proprio riguardo alla ormai controversa vicenda del Boeing abbattuto in Ucraina. “ L’Occidente si è messo nella posizione di dettare la ‘correttezza politica’ nel dibattito internazionale”. “Coloro che non sono disposti a lavorare per gli interessi occidentali sono destinati a trovarsi in una posizione difficile”. “La fretta nel giudicare la Russia non è basata sull’evidenza o sulla logica”, queste le parole sulla vicenda pubblicate in un editoriale del Global Times, quotidiano legato al Partito Comunista Cinese. Poco dopo l’abbattimento del resto, il 18 luglio, l’agenzia di stampa cinese Xinhua ha voluto mettere in guardia dal fornire giudizi affrettati sull’abbattimento: “L’accusa unilaterale non è sorprendente alla luce delle posizioni sulla crisi in Ucraina orientale, e l’atteggiamento nei confronti dell’annessione della Crimea alla Russia. Ma senza prove convincenti, saltare a una conclusione non farà altro che accrescere la tensione regionale e non aiuterà la ricerca della verità”. Del resto il presidente russo Putn era stato chiarissimo accusando Kiev della responsabilità dell’abbattimento dell’aereo nel suo territorio. Proprio i cinesi, attraverso il Quotidiano del Popolo, il 21 luglio avevano pubblicato un articolo nel quale si spiegava che fin a quel punto non era stata trovata alcuna prova per identificare i colpevoli, una versione un pò diversa da quella adottata dalla stampa occidentale. Non solo, Global Times lo stesso giorno aveva anche denunciato le speculazioni dei governi occidentali: “La fretta occidentale nell’accusare la Russia non si basa sull’evidenza o sulla logica. La Russia non aveva alcun motivo per abbattere l’aereo; cosi’ facendo avrebbe soltanto limitato il suo spazio politico e morale per operare nella crisi dell’Ucraina”. “La tragedia non ha benefici politici nemmeno per le forze ribelle ucraine. La Russia è stata presa in contropiede, forzata ad un atteggiamento passivo provocato dalla reazione dell’Occidente. È un ulteriore esempio del potere delle opinioni occidentali come strumento politico”.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top