Argentina e Russia stringono legamiTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Argentina e Russia stringono legami

Argentina e Russia stringono legami

La “Presidenta” argentina Christina Kirchner ha visitato Mosca dove si è incontrata con il presidente russo Vladimir Putin per rafforzare i legami tra Russia e America Latina. Un incontro importantissimo per i futuri equilibri globali.

La partita per il “nuovo ordine mondiale” inteso in termini geopolitici si giocherà in diversi punti del mondo, e tra questi c’è sicuramente l’America Latina che, dopo essere stata a lungo nel XX secolo sfera di influenza esclusiva di Washington, oggi nel XXI secolo sembra invece voler intraprendere un’altra strada che la porti verso una maggiore indipendenza. In questo senso si può leggere la visita importantissima effettuata dalla “presidenta” argentina Cristina Fernandez de Kirchner al Cremlino, dove ha incontrato il suo omologo russo Vladimir Putin. Si tratta di un incontro importantissimo in quanto i due hanno siglato diversi accordi multimiliardari legati all’energia e soprattutto hanno confermato la propria unità di vedute circa l’annosa questione delle Malvinas (Falklands) e l’Ucraina. Si tratta logicamente anche di una visita che rappresenta una sorta di “sfida” nei confronti degli Stati Uniti, che da sempre hanno pretese egemoniche in America Latina e da sempre hanno espresso ostilità nei confronti di quei governi, come quello argentino, che tentano di ritagliarsi autonomia sia in politica interna che in politica estera. La visita della Kirchner a Mosca secondo molti addetti ai lavori indica la volontà di Buenos Aires di andare avanti con un confronti con gli Stati Uniti, anche perchè l’Argentina ha bisogno di nuovi legami internazionali per risolvere i propri problemi di natura economica. E la Russia, logicamente, avrebbe tutto l’interesse in un’alleanza con l’Argentina in quanto gli consentirebbe di allungare la propria ombra fino in America Latina, raggiungendo così un vantaggio tattico nei confronti della Casa Bianca. Del resto negli anni Novanta proprio gli Stati Uniti hanno imposto politiche di liberismo economico sfrenato in America Latina, ma con l’inizio del XXI secolo le cose hanno cominciato a modificarsi, e i governi del Sudamerica hanno cominciato ad aprirsi anche alla Russia. Ancor più che oggi i paesi sudamericani ostili agli Usa devono affrontare delle destabilizzazioni molto importanti, vedi il Venezuela, e hanno quindi bisogno di allargare la propria rete di alleanze per rompere l’isolamento. Inoltre il 2015 ha marcato il 130esimo anniversario della nascita delle relazioni culturali tra Russia e Argentina, di conseguenza anche per questo i due paesi hanno cominciato ad accrescere la cooperazione anche in altri settori come ad esempio la produzione cinematografica.

Fonti Utili: http://sputniknews.com/analysis/20150423/1021287932.html

T

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top