Argentina. Trionfa Macri, è la fine del peronismo?Tribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Argentina. Trionfa Macri, è la fine del peronismo?

Alla fine le presidenziali argentine le ha vinte Maurizio Macri, già sindaco di Buenos Aires, che è stato ora eletto come presidente del Paese vincendo il ballottaggio con il 51% contro Daniel Scoli, erede della Kirchner, non andato oltre il 48%. Esponente vicino al neoliberismo e considerato di destra, Macri ha posto fine a un’ epoca durata 12 anni.

E’ la fine del kirchnerismo in Argentina, niente di sorprendente dato che in tanti davano per favorito proprio Maurizio Macri, esponente di centro destra che trionfando nel secondo turno delle presidenziali è diventato il nuovo presidente argentino superando con il 51% dei consensi il candidato Daniel Scioli, l’uomo di fiducia della Kirchner che doveva continuare idealmente il percorso cominciato 12 anni prima da Cristina Kirchner. E invece gli argentini hanno scelto di cambiare anche se la vittoria di Macri non è certo stata schiacciante, ancor più che si è trattato del primo ballottaggio della storia del Paese. I conservatori dunque trionfano, e con loro la Casa Bianca e tutti coloro che non vedevano certo sotto un buon occhio le politiche populiste della Kirchner. E’ cambiata un’epoca, e questo è stato anche il commento del leader di “Cambiemos”, esultando per aver posto fine a 12 anni di peronismo cominciati nel 2007 quando Cristina Kirchner divenne la “Presidenta” succedendo al defunto marito Nestor. Macri ha promesso una Argentina a povertà zero, ma nessuno ci crede davvero, semmai in politica estera con Macri Buenos Aires prenderà nettamente e progressivamente le distanze dal Venezuela, avvicinandosi invece guardacaso agli Stati Uniti, messi invece un pò in disparte dalla Kirchner. Non casualmente molti esponenti della destra venezuelana hanno esultato alla notizia della vittoria di Macri, tra cui la moglie di quel Leopoldo Lopez arrestato in Venezuela per aver orchestrato un colpo di Stato contro Maduro. Macri del resto non è certo un uomo del popolo, si ratta dell’esponente di una elle famiglie più ricche del Paese ed è sindaco di Buens Aires dal 2007. Bollato di essere un neoliberista e un imprenditore di destra, Macri ha promesso in campagna elettorale di essere il presidente di tutti gli argentini, ci sono però seri dubbi che lo sarà.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top