Arrestato Franco Fiorito, si sarebbe intascato 1,3mln di euro. | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 11 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Arrestato Franco Fiorito, si sarebbe intascato 1,3mln di euro.

Si allarga lo scandalo del pdl-lazio. Arrestato questa mattina “er-Batman” con l’accusa di peculato. Si sarebbe intascato 1,3mln di euro. Intanto la procura di Viterbo mette sotto inchiesta il coordinamento regionale del pdl.

Tratto da http://oltremedia.weebly.com/

Scattano le manette per Franco Fiorito. Il provvedimento cautelare era già nell’aria da giorni e questa mattina è stato il nucleo della polizia valutaria delle Guardia di Finanza a tradurlo in carcere. A disporre la misura cautelare è stato il gip Stefano Aprile su richiesta del procuratore aggiunto Alberto Caperna e del pm Alberto Pioletti. All’ex capogruppo del Pdl alla Regione Lazio è contestato il reato di peculato.

La posizione giudiziaria di Fiorito alias “er Batman” in merito all’inchiesta scattata a seguito delle sue rivelazioni sulle spese shock del gruppo consiliare laziale del Pdl, era già parecchio delicata sin da quando era risultato iscritto nel registro degli indagati. Nelle ultime ore, tuttavia, sembra che il quadro dell’inchiesta si sia aggravato dai nuovi riscontri delle forze dell’ordine in base ai quali i pm contestano ora a Fiorito l’appropriazione indebita di una somma che si aggira attorno al milione e 300mila euro. E proprio in base a questi nuovi rilievi sono emerse le condizioni minime necessarie per l’arresto: secondo il gip, infatti, la misura sarebbe necessaria per il pericolo di fuga e il rischio di inquinamento delle prove. In questo momento sarebbero in corso decine di perquisizioni negli uffici riconducibili all’ex capogruppo.

Intanto si apre un nuovo fronte dell’inchiesta. La procura di Viterbo, infatti, ha iscritto nel registro degli indagati lo stesso ex capogruppo Pdl ed il giornalista Paolo Gianlorenzo ai quali è contestato il reato di falsificazione delle fatture riconducibili all’esponente del Pdl-Lazio Francesco Battistoni. Sembra infatti che nell’ambito della faida interna al Pdl fra ex An ed ex di Forza Italia, una parte del coordinamento regionale del Pdl laziale abbia cercato di screditare l’immagine di Battistoni mettendo in circolo false notizie circa le sue spese a carico dei fondi del gruppo consiliare. Ed infatti notizia di questa mattina è che la procura ha deciso di indagare anche alcuni membri del coordinamento regionale laziale. Sui loro nomi c’è strettissimo riserbo, si attendono aggiornamenti.

Michele Trotta

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top