Arrestato “perché ha fame” | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Arrestato “perché ha fame”

Il magazziniere di un hotel arrestato “perché ha fame”. Cosa stanno facendo i poteri forti per cercare di ovviare alla crisi economica?

povertc3a0

Fonte: Oltremedianews

Arrestato per aver rubato generi alimentari nell’hotel in cui lavora. Questa è la triste storia che ci racconta la realtà della crisi.
La persona arrestata è un 59enne, incensurato, originario dell’Etiopia, ma da anni residente a Roma, impiegato come magazziniere in un hotel del centro.

E’ stata la direzione dell’hotel, accortasi degli strani ammanchi che costantemente si verificavano da alcuni mesi a questa parte, che si è rivolta ai Carabinieri. Dopo una serie di servizi di appostamento, i militari hanno orientato i loro sospetti sul magazziniere.

Ieri mattina, il “dipendente infedele” è stato fermato all’uscita dall’hotel, mentre portava sulle spalle uno zaino particolarmente colmo. All’interno, i Carabinieri hanno trovato una gran quantità di generi alimentari appena rubati dal magazzino per un valore di un centinaio di euro.

Il magazziniere è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

Non è la prima volta che sentiamo di persone “arrestate per fame”, sembra strano ma è così, sono accusate, arrestate e giudicate in direttissima perché hanno fame. Persone che non riescono a portare a casa uno stipendio decente e altre che uno stipendio l’hanno perso, o ancora, pensionati sorpresi a rubare un pacco di pasta o una scatoletta di tonno.

La situazione economica e sociale del nostro paese è fortemente in bilico, quasi appesa ad un filo, e nonostante le rassicurazioni della casta politica, per tante altre categorie di cittadini sembra che il filo possa spezzarsi da un momento all’altro.

Ci sono rassicurazioni di parte, che a seconda dell’interesse di una o dell’altra fazione politica, arrivano puntuali ad illudere chi, come l’etiope sopra citato, è costretto a rubare il cibo per poter mangiare.

Da una parte c’è il governo di turno che difende il proprio operato, assicurando agli italiani una ripresa economica, edall’altra l’opposizione di turno che accusa il governo di essere inetto, e così via a rotazione tra i vari partiti e le varie coalizioni.

Nel frattempo che la casta continua a giocare al “chi si accusa di più”, il popolo è costretto a subire il peso di una crisi economica che sembra aggravarsi di giorno in giorno e che va a colpire sempre più settori della società. Unici esclusi?Chiaro, i poteri forti della Repubblica italiana: classe politica e alta finanza.

Nicola Gesualdo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top