Arrivano le pensioni d'oro per i militariTribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Arrivano le pensioni d’oro per i militari

Fa discutere la notizia secondo cui i soldati italiani potranno andare in pensione a 50 anni e tenersi l’85% dello stipendio.

In un momento difficile per il Paese dove vengono richiesti sacrifici un pò a tutti ha fatto discutere la notizia secondo cui i militari italiani possono andare in pensione a 50 anni, peraltro tenendosi l’85% dello stipendio, potendo peraltro continuare a lavorare senza pagare per il cumulo dei redditi. Il governo lo ha sancito con gli atti 32 e 33,  decreti attuativi della legge 244 del 2012 voluta dal governo Monti, fortemente voluto dall’ex ministro della Difesa Di Paola, ex ammiraglio e capo di Stato Maggiore della Difesa. Si tratta quindi di una delle decisioni prese dal governo Monti, lo stesso governo che, con la Fornero, ha messo mano alle pensioni. Letta dal conto suo non ha fatto che confermare le decisioni del vecchio governo. Solo per puntualizzare attualmente il bilancio ufficiale dell’esercito italiano ammonta a 14 miliardi di euro per la funzione difesa. Attualmente i costi per il personale della Difesa oggi assorbono il 67 %, il 10%è destinato all’addestramento  e il 23% agli investimenti. Di Paola vorrebbe cambiare un pò le quote destinando un 50% al personale, e 25% all’addestramento e agli investimenti, il che tradotto implicherebbe meno uomini ma più armamenti con risorse da drenare da ministeri come quello dell’Istruzione, della Ricerca e dello Sviluppo Economico.Vi è poi il punto controverso, quello dell’ “esenzione dal servizio”, se ne parla nel comma sesto dell’articolo 2209, che prevede appunto che dai 50 anni in su i militari possano godere della pensione dorata che abbiamo citato in precedenza. La cosa potrebbe saltare se e solo se Camera e Senato non decidano di farci ripensare il governo, cosa attualmente molto improbabile. La notizia è stata diffusa, tra gli altri, anche dal Corriere della Sera, che ha riportato come anche nel Pd ci sia qualcuno che si sarebbe indignato, vedi Gian Piero Scanu, capogruppo della commissione Difesa: “Quando ho visto quella norma, ho fatto tre salti sulla sedia! Così com’è non passerà. Non è un articolo di legge, è una provocazione”. Insomma lavoratori di serie A, e di serie B, tra i quali possiamo sicuramente annoverare i lavoratori pubblici

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/br1dotcom/3515893890/”>br1dotcom</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top