Assad: "Conferenze di pace inutili, difenderò Siria dai terroristi"Tribuno del Popolo
domenica , 23 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Assad: “Conferenze di pace inutili, difenderò Siria dai terroristi”

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha accolto le proposte di colloqui di pace per la Siria approvate da Russia e Usa, ma ha ricordato come molte potenze non avrebbero in realtà alcuna interesse a trovare una soluzione. 

Photo Credit: AFP Photo / SANA

Il presidente siriano Bashar-Al Assad ha accolto con simpatia le proposte di colloqui di pace per la Siria accettate da Russia e Stati Uniti, anche se ha suggerito che non tutte le parti coinvolte nei colloqui siano effettivamente impegnati nel trovare una soluzione. Parlando con il giornale argentino “Clarin”, Assad ha sottolineato come il pensare che una conferenza politica fermerà il terrorismo sul terreno sia semplicemente irreale.  Mosca e Washington hanno sempre avuto posizioni opposte sulla situazione siriane, ma ora sarebbero d’accordo nel sedersi a un tavolo per porre fine alla guerra che distrugge la Siria da oltre due anni. Se gli sforzi per la pace dovessero avere successo, si potrebbe sperare che i colloqui possano avvenire entro la fine del mese e possano preludere a un summit multilaterale. “Noi non pensiamo che molte nazioni occidentali vogliano davvero vedere una soluzione in Siria. E non pensiamo che quelle forze che finanziano i terroristi vogliano una soluzione alla crisi“, ha incalzato Assad. Il leader siriano ha voluto anche rispondere alle parole del segretario di Stato Usa Jhon Kerry che ha suggerito che Assad potrebbe giocare un ruolo importante nel cercare la pace rinunciando al potere: “Mi meraviglio di come Kerry abbia ricevuto il mandato dal popolo siriano per decidere chi deve andarsene e chi no. Ogni decisione riguardo alle riforme in Siria deve venire dalla Siria, e nè gli Usa nè nessun altro potranno intervenire“. Assad ha poi detto di non voler fuggire dalle responsabilità, ha ricordato di aver aperto più volte al dialogo, ma ha anche ricordato come i terroristi hanno risposto alle richieste di dialogo, sottolineando come sia quindi impossibile dialogare con i terroristi. “Il terrorismo ha colpito gli Stati Uniti e l’Europa, naturalmente nessun governo vuole negoziare con i terroristi. Un dialogo si fa con una forza politica, ma non con terroristi che decapitano, uccidono e utilizzano gas tossici che sono armi chimiche”, ha attaccato il presidente siriano. E intanto sul terreno l’esercito siriano sembra guadagnare terreno nelle ultime settimane ai danni dei ribelli, mentre aumenta ogni giorno di più l’efferatezza del conflitto che, finora, ha già ucciso oltre 80.000 persone.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top