Atene insorge contro la Troika tra lacrimogeni e cariche della poliziaTribuno del Popolo
lunedì , 23 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Atene insorge contro la Troika tra lacrimogeni e cariche della polizia

I ministri delle Finanze Ue si sono recati ad Atene per sostenere una riunione dell’Eurogruppo. Diversi manifestanti di sinistra hanno protestato contro la Troika e si sono verificati scontri con la polizia nella centralissima piazza Syntagma.

E’ esplosa la rabbia di un Paese quando, ieri, i ministri delle Finanze dell’Ue si sono recati ad Atene per la riunione dell’Eurogruppo. La Grecia, è sempre opportuno ricordarlo, è uno dei Paesi che ha subito maggiormente la crisi economica europea, al punto che la disoccupazione resta stellare e vi sono decine di migliaia di cittadini ellenici in preda alla disperazione per via delle condizioni di vita nelle quali sono obbligati a vivere dalle politiche di austerity della Troika. Tafferugli anche pesanti si sono verificati nella centralissima piazza Syntagma, con centinaia di manifestanti di sinistra appartenenti tra gli altri anche al gruppo Antarsya. Gli scontri sono avvenuti proprio davanti al Parlamento quando i manifestanti hanno cercato di superare i cordoni della polizia per raggiungere  l’edificio dello Zappeion dove si è svolta oggi una riunione informale dell’Eurogruppo ma sono stati bloccati dai poliziotti in assetto antisommossa. A quel punto i manifestanti hanno provato a forzare ma le forze dell’ordine hanno disperso la folla lanciando diversi lacrimogeni ed e facendo piccole cariche di alleggerimento. Alla fine il bilancio non ha fatto registrare feriti, ma ancora una volta la rabbia dei greci è scesa in piazza agglomerandosi in qualche modo contro l’Ue e la Troika, visti sempre più come i reali carnefici di un Paese, la Grecia, che ancora non vede la luce al fondo del tunnel.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top