Atletico Diritti, il calcio dell’integrazioneTribuno del Popolo
domenica , 22 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Atletico Diritti, il calcio dell’integrazione

Da settembre a Roma c’è un’altra Polisportiva che nel calcio porta il messaggio dell’integrazione e costruisce uno sport diverso dal basso. Una squadra che mette insieme migranti, detenuti, ex detenuti e studenti per dimostrare come l’antirazzismo e il riconoscimento dei diritti per tutti siano una pratica possibile, perseguibile ancor di più attraverso la pratica sportiva.

La Polisportiva Atletico Diritti nasce da un’idea dell‘Associazione Antigone e dell’Associazione Progetto Diritti, due realtà che da anni si spendono per i diritti di detenuti e migranti, ed ha trovato la collaborazione dell’Ateneo di Roma Tre che ha deciso di supportare il progetto.

A settembre la squadra di calcio della polisportiva Atletico Diritti si è iscritta al campionato federale di terza categoria, dove ha debuttato ad ottobre. Come sfondo per questa avventura è stato trovato quello che probabilmente è il campo più suggestivo di Roma, il Gerini, che sorge all’ombra dell’acquedotto romano. Un campo ottenuto grazie all’ospitalità del presidente della polisportiva quadrato-cinecittà e del municipio che hanno creduto nel progetto e hanno deciso di sostenerlo con questo contributo preziosissimo.

Il campionato, prossimo alla pausa invernale, ha visto una partenza difficile dell’organico guidato dal Mister Domenico Blasi, ma i primi risultati sono arrivati e la squadra è in grande crescita.
Ma del resto, non è solo il risultato sul campo quello che interessa ad atletico diritti. Se è importante vincere, fare punti in classifica, l’obiettivo della squadra è condividere esperienze di vita così diverse, ma profondamente unite dalla passione per il calcio.
Lo sport come veicolo di integrazione dunque, motivo per cui la squadra la si sostiene al di là dei risultati, perché è tutti insieme che nella battaglia quotidiana si va Diritti alla Vittoria.

   Andrea Oleandri e Carolina Antonucci

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top