Auschwitz: un racconto attraverso le immaginiTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Auschwitz: un racconto attraverso le immagini

Auschwitz: un racconto attraverso le immagini

Il campo di concentramento di Auschwitz si divide in due sedi: da una parte c’è Auschwitz I, con i blocchi in muratura, le prigioni e l’unica camera a gas rimasta in piedi dopo il fuggi fuggi dei tedeschi, che serviva da centro amministrativo dell’intero complesso.

Fonte: Oltremdianews

Poco distante, a circa un chilometro, c’è Auschwitz II, più semplicemente conosciuta ai più come Birkenau. Qui le baracche sono molte di più, tutte in legno ed enormi. Al contrario di Auschwitz I, dove svariati blocchi sono stati adibiti a musei, a Birkenau è rimasto quasi tutto al 27 gennaio 1945, giorno dell’entrata dei russi nel campo. Birkenau serviva esclusivamente per l’eliminazione di chi vi transitava, magari anche con la maggior sofferenza possibile. È stato verificato che ogni centimetro di prato e di terra dell’intero campo è coperto da un sottile strato di cenere, oppure quella stessa cenere si è compattata nel tempo alla terra. Ogni passo che muoviamo, ogni volta che i nostri piedi affondano nella fanghiglia del terreno umido del campo, noi andiamo a calpestare le ceneri degli uomini bruciati nei forni crematori di Birkenau.

aushwitz 3

Questa consapevolezza declassa qualsiasi altra cosa si trovi attorno a noi. Neanche la montagna di capelli, o quella di scarpe, o quella di occhiali sprigionano una tale carica emotiva. Ne deriva un senso di colpevolezza e di impotenza difficile da spiegare. Un po’ come il brivido che avvolge la schiena alla vista di alcune decine di barattoli vuoti dentro una teca. Dentro quei barattoli c’era lo Zyclon-B, il composto in granuli che a contatto con l’aria si trasforma in gas estremamente tossico. Circa 350.000 di quei barattoli furono svuotati nelle camere a gas non solo di Auschwitz, ma di tutti i campi di concentramento europei, e ciò conferisce un’angoscia che in tempi recenti abbiamo provato forse solamente guardando bruciare le Torri Gemelle in quel famoso 11 settembre.

Auschwitz è dal 1979 patrimonio dell’UNESCO ed è il lager più famoso al mondo.

Aushwitz 4

 

Aush 6    aushwitz

Foto e articolo di Alessandro De Virgilio

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top