Bce, L'Europa e il "Mutuo soccorso dei ricchi"Tribuno del Popolo
mercoledì , 29 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Bce, L’Europa e il “Mutuo soccorso dei ricchi”

Altro che unione tra popoli, valori europei, dèmos e quant’altro, a noi l’Unione Europea sembra sempre di più una unione monetaria ispirata dall’ideologia del “mutuo soccorso” tra ricchi. Per loro è davvero una “Unione Europea” perfettamente funzionante, l’Europa sogno delle classi dominanti che plasma e modella tutto per continuare a perseguire i propri valori e interessi. 

“Proletari di tutto il mondo unitevi”, era questo lo slogan che ha ispirato i movimenti sociali del XX secolo. Oggi potremmo quasi in modo polemico rilanciare con un “Banchieri di tutto il mondo unitevi”, che poi è esattamente quello che sta succedendo. Evidentemente le classi dominanti hanno imparato a conoscere Marx e le sue teorie molto bene, al punto da impararle persino meglio dei loro sostenitori ufficiali. Le classi dominanti del mondo ed europee infatti dimostrano di avere eccome quella “coscienza di classe” venuta completamente meno nelle classi subalterne. I potenti del mondo e d’Europa percepiscono chiaramente di avere interessi comuni, e hanno appreso la lezione della storia imparando a fare “cartello” per contare di più e schiacciare i potenziali pericoli al loro predominio. Se guardiamo al funzionamento dell’Unione Europea ci accorgiamo, ad esempio, che si tratta di tutto tranne che di una Unione “post-ideologica”. L’Ue infatti persegue esattamente gli obiettivi delle classi dominanti e lo fa fingendo di occuparsi del bene comune, basti pensare la crisi economica che ha portato miliardi di euro nelle casse delle banche senza che un singolo euro scivolasse nelle tasche dei meno abbienti. Eppure viene detto che non esiste alcuna alternativa all’austerity, omettendo che la scelta proprio di questa “tattica” impoverisce i molti e arricchisce i pochi, che poi sono quegli stessi che prendono le decisioni comuni.

A ben guardare quegli stessi che si scagliano con la bava alla bocca contro l’Unione Sovietica sono quegli stessi che vorrebbero la gestione totale e unilaterale del potere però a favore non delle classi subalterne, che sono peraltro le più numerose, ma a favore di quelle più abbienti. E il fatto stesso che venga definita comunque “democrazia” dovrebbe far comprendere quanto in là ci si è spinti verso la mistificazione globale dal momento che tale “democrazia” perde progressivamente la propria stessa natura. E’ infatti una democrazia che non è nemmeno più in grado di poter decidere dato che i temi che vengono messi sul tavolo vengono scelti altrove. E anche quando un popolo intero si esprime democraticamente, vedi il caso della Grecia con Tsipras, ecco che i “ricchi” riescono a fare cartello controllando il sistema mediatico e cercando di far passare il premier ellenico come il furbo di turno che non vuole pagare i propri debiti. L’Unione Europea è nella sostanza una vera e propria organizzazione ideologica che decide quelle che sono le regole economiche da adottare e le impone agli “aderenti”, che per inciso non sono mai stati interrogati sul tema.

Eppure qualcuno fa credere che l’Ue sia il migliore dei mondi possibili, e lo è, ma solo per coloro che fanno parte delle classi privilegiate e che quindi ne condividono il sostrato culturale e ideologico. Magari avviene indirettamente e inconsciamente ma tutti coloro che nella sostanza condividono l’idea di sviluppo e di società del neoliberismo, con tutto quello che ne comporta, continueranno ad appoggiare questa Ue. E soprattutto quelli che delle classi dominanti non fanno parte, al posto che sognare un mondo in cui sia lui stesso a contare nella società, finiscono per sognare di farsi cooptare in un modo o nell’altro nella classe dominante, “mettendola in quel posto” a quelli che i media ormai ci presentano come sfigati, che come tali si meritano di vivere nella povertà. Insomma, semplificando molto ci sembra una Ue che blinda lo status quo con leggi che impediscono alle classi subalterne di interrompere il monopolio delle classi abbienti, e lo fa in tutti i modi, in primis con un controllo capillare dei media che irradiano i valori nella società.

Gb

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top