Berlusconi a raccogliere "pomodori"Tribuno del Popolo
mercoledì , 29 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Berlusconi a raccogliere “pomodori”

Entro la fine della prossima settimana i legali di Berlusconi consegneranno l’istanza di affidamento in prova ai servizi sociali per Silvio Berlusconi in merito alla sentenza Mediaset.

Entro la fine della prossima settimana i legali di Berlusconi proveranno a depositare  l’istanza di affidamento in prova ai servizi sociali per Silvio Berlusconi che, ricordiamolo, è stato condannato a quattro anni di reclusione di cui tre coperti da indulto. A indicare il prossimo appuntamento giudiziario del premier ci ha pensato il professor Franco Coppi, uno dei suoi difensori. E infatti grazie a una legge varata con Berlusconi al governo, che prevede i domiciliari per gli ultrasettantenni tranne che per i reati di omicidio, mafia o terrorismo,  l’ex premier ha evitato il carcere nonostante la condanna. Ecco che ora il Cavaliere ha deciso di chiedere l’affidamento ai servizi sociali pur di evitare gli arresti domiciliari. Coppi ha parlato come comprensibile di una sentenza profondamente ingiusta dopo che la Giunta ha confermato la decadenza di Berlusconi dallo scranno di Palazzo Madama. A questo punto la richiesta di affidamento ai servizi sociali dovrebbe finire dal pm dell’esecuzione Nicola Balice, poi spetterà al tribunale di sorveglianza decidere se accogliere o meno l’istanza ed eventualmente stabilire, assieme a Berlusconi, i particolari dell’affidamento in prova. Berlusconi è stato ritenuto colpevole di aver frodato il fisco italiano con i contratti esteri di Mediaset. In sostanza il Cavaliere avrebbe gonfiato artificiosamente i costi di Mediaset, abbattendo così gli utili dichiarati al fisco avendo fatto credere di aver pagato 100 film americani che in realtà erano costati 50 o 30. Tutta la differenza finiva sui conti esteri del Cavaliere intestati a società offshore nei paradisi fiscali di mezzo mondo. E don Antonio Mazzi, 84 anni, storico fondatore della comunità di recupero per tossicodipendenti Exodus, intervistato da “La Repubblica” ha invitato Silvio Berlusconi nella sua comunità: “Io vorrei tanto averlo fra i miei ragazzi, non come atto di cattiveria, ma per lavorare alla sua redenzione. Vorrei essere io a buttarlo giù dal letto la mattina e a invitarlo a rimettere a posto lenzuola. Vorrei che facesse silenziosi e umili lavori manuali, a partire dalla pulizia del bagno. Come faceva quando aveva 15 anni e non aveva tutto il potere a cui si è abituato ora“. E alla domanda su come potrebbe reagire il Cavaliere ha risposto: ”Lui oggi si sente l’idolo delle masse, però io credo che dentro abbia qualcosa di salvabile. Ma deve affondare le mani nella terra, piantare i pomodori in silenzio, lontano dagli agi e dagli adulatori che lo hanno compiaciuto fino a farlo sentire come un dio“.

Photo Credit : <a href=”http://www.flickr.com/photos/eppofficial/4462836311/”>European People’s Party – EPP</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top