Berlusconi, Santoro, l'ultima farsa dei guitti di un Paese che soffre | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 25 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Berlusconi, Santoro, l’ultima farsa dei guitti di un Paese che soffre

Noi del Tribuno abbiamo assistito avviliti  alla trasmissione Servizio Pubblico di Santoro e Travaglio, dove l’ospite di eccezione della serata era Silvio Berlusconi. Strafottente, scatenato come suo solito, il Cavaliere ha attaccato tutto e tutti, e ancora una volta i problemi degli italiani finiscono in secondo piano. 

ITALY POLITICS GOVERNMENT

Beninteso, non ci aspettavamo di vedere questa sera in televisione uno spettacolo edificante. Mancavano le premesse, l’ospite clou della serata era Silvio Berlusconi, colui che secondo noi più di altri ha avuto pesanti responsabilità nel preparare la tremenda crisi che ha colpito il nostro Paese. Non pensavamo di assistere a uno spettacolo divertente, ma almeno in questo siamo stati smentiti. Peccato che non si trattava di una trasmissione comica, bensì di un’approfondimento politico che, almeno in teoria, voleva essere sin troppo serio. Non abbiamo capito che cosa si aspettasse Santoro quando ha accettato di invitare il Cavaliere nel suo studio di Servizio Pubblico, pensava forse di vederlo contraddirsi, ammettendo di aver trattato vis a vis con mafiosi e servizi segreti deviati? Così, ben presto, dal fact checking, quello cui la difesa rabberciata del Cavaliere non avrebbe potuto reggere, si è passati agli attacchi personali, e via con gli attacchi furibondi alla sinistra, la congiura comunista, alla magistratura. Un film già visto, un film tremendo che, almeno a noi, rivedere arreca dolore e fastidio. Un film che è stato votato da milioni di italiani, che evidentemente lo rivoteranno, con buonapace di Santoro, che non si è reso conto di non essere in grado di battere Berlusconi nella sua casa, la tv. Sarebbe come cercare di battere Husain Bolt in una gara di cento metri, impossibile. Berlusconi ha costruito il suo Impero, ha modellato i suoi elettori con la lobotomia mediatica, per questo Santoro non crediamo abbia convinto anche solo un italiano a non votarlo, anzi. Semmai gli ha concesso di fare il ruolo del “simpaticone”, dell’ “uomo buono e giusto” , vestendo la maschera del gallo nel pollaio, proprio come il Cavaliere che, giustamente, voleva ridicolizzare. Mettendosi a polemizzare in uno contro uno con il Cavaliere, Santoro ha mostrato in modo chiaro e netto l’equivoco che ha afflitto la sinistra italiana, ovvero quello di colpire la persona, sicuramente deprecabile, aggirando quelli che sono i reali mali atavici del Paese, i mali oscuri quelli che continueranno a esistere anche senza Berlusconi. Unica nota positiva il solito riferimento finale di  Berlusconi al “comunismo come male assoluto”. Noi lo siamo davvero comunisti, per questo disprezziamo politicamente Silvio Berlusconi. I giudizi morali li lasciamo ai bacchettoni e ai religiosi, noi siamo semplicemente orgogliosi di credere nella stessa ideologia che viene ritenuta il “male assoluto” da Berlusconi e dai suoi sodali. Questo vuol dire che, nonostante tutto, serviamo ancora a qualcosa, serviamo a far vedere quando sia pericoloso e fosco l’animo reazionario dell’Italia che vota Silvio. Serviamo perchè se noi siamo l’opposto di Berlusconi, allora siamo una cosa bella. Lasciamo così Berlusconi e Santoro scannarsi nell’ultimo spettacolo mente la barca affonda, noi non vogliamo parlare del sesso degli angeli mentre i turchi irrompono, preferiamo combattere. Forse perchè, dopotutto, non abbiamo i conti in banca di Travaglio e Santoro….Per questo siamo orgogliosi di appoggiare una lista come quella di Antonio Ingroia, Rivoluzione Civile, perchè l’antimafia si fa con i fatti, non con le parole. Le stesse parole del Cavaliere, vuote e false, che dimentica che gli arresti li fanno i magistrati e la polizia, non il governo. E in tutto questo, sullo sfondo, un Paese che soffre, esangue. Uno spettacolo da guitti, forse anche per questo è ancora attuale essere comunisti, difficilmente si potrebbe immaginare una realtà che meriti di essere modificata più di questa..

Il Tribuno

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top