Berlusconi Silvio il TemporeggiatoreTribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Berlusconi Silvio il Temporeggiatore

Ancora nessun incontro tra Berlusconi e Renzi per un accordo sulla riforma costituzionale. La strategia del prendere tempo del Cavaliere nasconde però anche una certa preoccupazione sul processo d’appello del caso Ruby che comincerà venerdì a Milano.

Fonte: Oltremedianews

In questi ultimi giorni chi si aspettava un faccia a faccia tra il vincitore morale e non solo delle ultime consultazioni elettorali Matteo Renzi e il sempreverde leader di Forza Italia beh è rimasto deluso. Sebbene il Cavaliere lo avesse cantato ai quattro venti nessun incontro c’è stato ad oggi, nè è in agenda, e i due sembrano quasi ignorarsi o almeno, sanno condurre bene il gioco.

Ma se Matteo Renzi è tenuto occupato dalle dichiarazioni del leghista Salvini e di un Grillo un pò sottotono, entrambi disposti ad incontrarlo per un confronto che probabilmente fa più bene a loro due che al segretario democratico, Berlusconi ha la mente occupata da altro.Non si tratta solo di una oculata strategia politica, non è solo un “siediti al tavolo per un accordo quando la controparte è più debole” a spingere il Cavaliere a rimanere immobile. Certo, attendere che Renzi perda un pò di smalto e solo allora incontrarlo assicurerebbe una contropartita più succulenta, magari un impegno serio sulpresidenzialismo.
A Silvio preme dare un segnale netto agli elettori che hanno cominciato a pensare che tra lui e Renzi c’è fin troppa sintonia, si vedano i risultati delle europee,e in quest’ottica un risultato vincente sul tema del presidenzialismo fortificherebbe Forza Italia, ricompattando gli animi e fermando l’emorragia di voti, ma c’è dell’altro. Venerdì a Milano comincerà il processo di appello del caso Ruby, ed è questa la maggior grana per il Cavaliere in questo momento. In primo grado il tribunale di Milano aveva prodotto la condanna a 7 anni, e se venisse confermata altro che servizi sociali… la tensione è tale per Silvio che nemmeno i suoi avvocati sanno se venerdì deciderà di essere presente in aula.

In questo clima incerto e teso la strategia più saggia per il Cavaliere appare dunque quella di prendere tempo, attendere un momento di maggiore calma, e solo allora incontrare il leader del Pd per non rimetterci e basta.
Al momento le sorti della riforma costituzionale sono davvero l’ultimo dei suoi pensieri.

Ileana Alessandra D’Arrissi

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top