Bielorussia. Vittoria a mani basse per Lukashenko | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 9 dicembre 2016
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Bielorussia. Vittoria a mani basse per Lukashenko

Si sono concluse le elezioni in Bielorussia e hanno visto la totale vittoria di Lukashenko con nessun candidato dell’opposizione eletto. Il partito con più candidati eletti è quello Comunista Bielorusso, ma vi sono anche alcuni indipendenti. Eletti anche alcuni indipendenti, ma tutti pro-Lukashenko.

Nessun candidato dell’opposizione e’ stato eletto nella camera bassa del parlamento bielorusso nelle elezioni di ieri. Questo è il quadro che emerge dopo un’analisi preliminare dei nuovi deputati, ben 109 su 110 dato che in un distretto dove era in lizza un esponente del  partito liberal-democratico dell’opposizione non e’ stato superato il quorum del 50%. La camera bassa del parlamento bielorusso sara’ cosi’ uguale a quella della passata legislatura, con gli oppositori che ancora non potranno sedersi in Parlamento, fatto questo che si ripete sin dalla fine degli anni Novanta e dalla dissoluzione dell’Urss.  Tra gli eletti figurano tre rappresentanti del partito comunista, uno del partito agrario, uno del partito del lavoro e della giustizia e un liberaldemocratico: e tutti sostengono il potere del presidente Lukashenko. Tutti gli altri eletti sono candidati indipendenti, ufficialmente senza partito, e tutti scelti attraverso assemblee dei lavoratori. Anche loro però appoggiano il presidente Lukashenko senza esitazioni.Il sito di opposizione ‘Carta 97′ ha denunciato che molti osservatori indipendenti sono stati costretti ieri a lasciare i seggi prima della fase di conteggio. Il website pubblica la lista di una serie di episodi accaduti in vari seggi del Paese, compreso il fermo nel distretto 101 di due osservatori portati nella stazione di polizia. Anche l’Ocse ha pubblicamente attaccato la regolarità delle elezioni bielorusse, tuttavia lo scarto a favore di Lukashenko è stato tale che le irregolarità vere o presunte  non sembrano aver influito sull’esito delle votazioni.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Nessun commento

  1. Indipendentemente dalla reale situazione della Bielorussia,
    non posso fare a meno di stimare Lukashenko per il solo fatto
    che esso viene condannato dall’ Occidente. Se fosse un vero dittatore, Lukashenko obbedirebbe ai dettani del Fondo Monetario e dell’ Unione Europea, che tutto sono tranne che democratici.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top