Boldrini alla Camera, Grasso al Senato. E M5S con le ossa rotte. | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 22 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Boldrini alla Camera, Grasso al Senato. E M5S con le ossa rotte.

parlamento-in-ferie

La presidenza del Senato va all’ex magistrato antimafia Pietro Grasso, che, dati alla mano, avrebbe preso voti non solo dai senatori del centro-sinistra, ma anche da esponenti di altre coalizioni, probabilmente da quella dei “grillini”.

La giornata quest’oggi è cominciata con l’elezione del Presidente della Camera, che ha visto trionfare con 327 voti la deputata Laura Boldrini, di Sel, eletta proprio il giorno dopo che il segretario del suo partito, Vendola, aveva annunciato un possibile appoggio al candidato del Movimento 5 Stelle.

Ed è proprio il M5S che oggi ne esce con le ossa rotte. Le dichiarazioni fuoriuscite di alcuni neo-eletti hanno fatto rivoltare, sul web, la base del “non partito”. A molti infatti non è andata giù il fatto che molti senatori avessero quantomeno fatto intendere la volontà di sostenere Grasso, PD, al ballottaggio con Schifani. Alcune agenzie parlano di una senatrice M5S entrata a Palazzo Madama in lacrime, e di altri “grillini” che, davanti alla stampa, si sono lasciati scappare frasi come “Se vince Schifani sai il culo che fanno ai siciliani?”. E’ addirittura stato creato, ad hoc, un hastag su twitter, ##M5Spd-L, che fa da verso al modo in cui Grillo fa riferimento al PD (PdmenoL, appunto). Alla base non è andato giù neanche il fatto che la riunione dei senatori eletti non sia stata trasmessa in streaming, come invece era stato promesso.

E’ stato registrato anche il ritorno di Berlusconi alla vita politica, dopo i giorni passati in ospedale per una congiuntivite. Il Cavaliere si è presentato a Palazzo Madama con vistosi occhiali scuri, ed è stato contestato da alcuni passanti, a cui a risposto “Vergognatevi”.

Durante lo scrutinio si è scoperto che qualche senatore “a cinque stelle”, forse per simpatia, o forse per ignoranza, ha scritto sulla scheda il nome “Orellana”, nonostante il ballottaggio fosse solo tra Schifani e Grasso.

Senatore Giulio Andreotti non pervenuto.

VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DEL TRIBUNO

 A.A.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top