Bologna. I facchini lanciano un appello per la loro lotta contro la GranaroloTribuno del Popolo
mercoledì , 20 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Bologna. I facchini lanciano un appello per la loro lotta contro la Granarolo

Pubblichiamo l’appello di facchini, lavoratori, disoccupati e studenti di Bologna per una giornata di boicottaggio contro la Granarolo per il 12 dicembre. L’azienda è accusata di aver licenziato 51 facchini perchè avevano praticato il diritto allo sciopero.

“Siamo facchin*, lavorator* di altri settori, precar*,disoccupat*, student*, occupanti di casa di Bologna che il 18, il 19, il 20 ottobre si sono mobilitati giungendo fino a Roma a contestare quei palazzi del potere dove in nome dell’austerità vengono prese scelte che si impongono sulle nostre vite. In quelle giornate la nostra lotta ha incontrato la vostra lotta. E questo incontro si è ripetuto nel tempo, in altre manifestazioni e assemblee. Sabato 23 Ottobre proprio qui a Bologna insieme a parte di voi abbiamo sfilato per le vie della nostra città in un corteo che ha gridato forte il suo No allo sfruttamento che come persone non siamo più disposti a subire sui nostri posti di lavoro, dove ci trattano come bestie da cui ricavare il massimo profitto. Con noi quel giorno c’erano in prima fila i 51 facchini della Granarolo che da 7 mesi lottano contro la multinazionale del latte, colpevole prima di averli sfruttati attraverso il meccanismo dell’intermediazione cooperativa e poi di averli licenziati non appena i facchini avevano alzato la testa praticando il loro diritto di sciopero. Una lotta quella dei facchini della Granarolo che è ormai comune a molti, perchè con coraggio afferma la dignità degli ultimi e la giustizia sociale. Durante il corteo abbiamo fatto appello a tutti e tutte a partecipare ad una grande giornata nazionale di boicottaggio contro la Granarolo per il 12 dicembre. La lotta contro la Granarolo va avanti da mesi tra picchetti, scioperi, cortei, cariche , intimidazioni della questura, e denunce. Ma noi non ci siamo impauriti e stiamo andando avanti con al nostro fianco sempre più compagni e compagne. Per questo facciamo appello a voi occupanti di case, studenti e studentesse, precari, operai, e disoccupati, sappiamo che voi vedete nella nostra lotta anche la vostra lotta per la giustizia sociale e la dignità, e sappiamo che siete pronti ad unirvi anche questa volta a noi. Vi chiediamo allora di organizzare iniziative di boicottaggio contro la Granarolo in tutta Italia nello stesso giorno: giovedì 12 dicembre. E’ l’occasione per mostrare a tutto il paese che la solidarietà tra sfruttati non è più retorica ma è pratica quotidiana e sincera fatta di lotta e rivolta! Il mese di dicembre sarà il nostro mese di conflitto sociale contro la precarietà e lo sfruttamento, facciamolo sapere anche ai padroni delle cooperative e al padrone della Granarolo!”

Fonte: Infoaut

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top