Brasile, India, Sudafrica e Cina difendono Mosca dall'isolamentoTribuno del Popolo
domenica , 23 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Brasile, India, Sudafrica e Cina difendono Mosca dall’isolamento

Dopo che il G7 ha cancellato un summit con la Russia a causa dei fatti in Crimea, l’Australia ha suggerito di escludere Mosca anche da un summit del G20 che si terrà a Brisbane a novembre. Peccato che Cina, Sudafrica,Brasile e India abbiano protestato in modo vibrante contro l’esclusione della Russia.

Gli equilibri mondiali stanno cambiando, ne sa qualcosa il G7 che ha deciso di escludere la Russia dal prossimo summit a causa delle recenti vicende in Crimea. Fin qui nulla di nuovo, non fosse che Obama ha parlato di isolamento di Mosca, una frase quantomai infelice dal momento che Cina, India e Brasile hanno subito protestato dalla proposta di escludere la Russia anche dal G20. Il summit di giugno del G8 avrebbe dovuto tenersi a Sochi, in Russia, e si terrà invece a Bruxelles, in Belgio dal momento che i paesi del G7 ritengono che le azioni della Russia siano in stridente contrasto con gli ideali del summit. L’Asutralia, alleata degli Stati Uniti, ha voluto persino sorprendere la Casa Bianca chiedendo l’esclusione della Russia anche dal summit del G20 in programma a Brisbane, in Australia, nel novembre 2014. Peccato che Brasile, India, Cina e Sudafrica, i BRICS appunto, abbiano puntato i piedi, rifiutando l’ipotesi. Non solo, con Brasile e Cina che sono già divenuti più ricchi di alcuni paesi del G7, gli equilibri mondiali sembrano virtualmente spostatisi a favore del G20, motivo per cui le parole di Obama sull’isolamento della Russia suonano come grottesche. Inoltre il G20 appartiene a tutti i membri e nessun membro singolarmente può unilateralmente prendere decisioni che modifichino la sua natura. Insomma Mosca pensa di poter tranquillamente sopravvivere senza far parte del G8 ma continuando a far parte attivamente del G20, il vero luogo dove si prendono le decisioni per il futuro del mondo. Insomma, sei i BRICS faranno cartello intorno alla Russia, non ci sarà alcun isolamento di Mosca anzi, diventerà plastico e tangibile l’isolamento dell’Occidente, che evidentemente ancora non si rassegna a dover cedere il testimone. Nel 203o comunque, salvo sorprese, il Pil cinese supererà quello degli americani, allora forse tutto questo diventerà evidente anche a chi non vuole vedere.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top