Brics. Nasce la nuova banca dello Sviluppo | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Brics. Nasce la nuova banca dello Sviluppo

I Brics hanno raggiunto una storica intesa per la creazione di una banca di sviluppo per finanziare grandi progetti infrastrutturali. Si tratta di un passo storico verso la definizione di un blocco contrapposto a quello capitalista di Usa e Ue.

2012_BRICS_Summit

Da tempo si parla di mondo unipolare, un mondo che si sarebbe sostituito a quello bipolare della Guerra Fredda. Secondo altri però si sarebbe in un multipolarismo, o meglio un nuovo bipolarismo dal momento che un nuovo soggetto è entrato con prepotenza nello scacchiere  mondiale. Stiamo parlando dei Brics, (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) l’acronimo utilizzato per indicare i cinque paesi emergenti che stanno pian pian scalzando il predominio di Usa e Ue nell’economia mondiale. I Brics ora hanno compiuto un significativo passo in avanti ponendo le basi per la creazione di una banca di sviluppo per il finanziamento congiunto di grandi progetti infrastrutturali. Ad annunciarlo, a margine del vertice di Durban, in Sudafrica, il ministro sudafricano delle Finanze, Pravin Gordhan: “E’ fatta”, ha risposto a una domanda. Cina e Brasile intanto hanno siglato una intesa per utilizzare le proprie monete negli scambi commerciali bilaterali. Questo passo in avanti rappresenta una vera e propria svolta che permetterebbe ai Brics di porsi realmente come una alternativa al monopolio occidentale nelle relazioni internazionali. Sono sempre di più infatti i paesi che guardano ai Brics e non agli Stati Uniti e all’Europa per scegliersi i partner commerciali, e la nascita della Banca dello Sviluppo potrebbe consentire proprio ai Brics di espandere le proprie relazioni diplomatiche e commerciali in tutto il mondo.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top