Casette per uccelli: dove posizionarle e come?

casette per uccelli in giardino dove metterle

Informazioni e consigli utili su dove installare le casette per gli uccelli nel proprio giardino

Non c’è nulla di più bello che vedere gli uccellini trovare rifugio nelle casette, preparate appositamente per loro ed installate nel proprio giardino di casa. Specie in pieno inverno, quando le temperature sono basse ed il gelo diventa un pericolo per i loro fragili corpicini. Questi nidi diventano un vero e proprio complemento d’arredo, bello da vedere ma, anche utili per tante bestiole indifese.

È possibile sceglierla come più vi piace o realizzarla con le vostre mani. In commercio si possono trovare casette per uccelli di tutti i tipi e gusti: da quelle ideali per i passerotti a quelli per i cinciallegra o la cinciarella ma, dove è meglio posizionarle per far si che le utilizzino e quando?

Periodo dell’anno

La messa in loco dei nidi artificiali può essere fatto in qualsiasi mese dell’anno, anche se è preferibile farlo in autunno o inverno. Ciò offre il vantaggio alla casetta di liberarsi da eventuali odori residui (vernici, collanti, oli). Gli uccellini avranno tutto il tempo per entrarci in confidenza e l’opportunità di usufruirne nelle giornate più fredde.

Scelta del luogo

Considerato che gli uccellini son piuttosto timorosi dell’uomo, è bene posizionare le casette il luoghi tranquilli, al riparo da confusione e rumori ma, anche da possibili predatori. È preferibile scegliere una zona di transizione tra un tipo di vegetazione ed un ‘altra, per loro è importante la presenza di piante ma anche di arbusti e spazi aperti. Nella scelta della posizione è fondamentale considerare anche il fattore acqua. È importante che vicino ci sia una fonte di acqua che possano utilizzare per dissetarsi e per lavarsi le piume ogni volta ne sentano il bisogno.

I nidi artificiali non devono essere esposti direttamente ai raggi solari, specie nelle ore più calde della giornata. È opportuno che vengano posizionate in luoghi ombreggiati. In caso nelle vicinanze vi siano dei gatti, è importante fare attenzione che sotto la casetta non ci siano rami o materiali che possano consentire ad un gatto di arrampicarsi e raggiungere il nido.

Nella cura delle piante e degli ortaggi adiacenti è sempre sconsigliato l’utilizzo di diserbanti ed insetticidi chimici, che potrebbero provocare danno agli uccellini. L’uso di prodotti naturali e biologici favorisce la biodiversità e soprattutto migliora la qualità di ortaggi e frutta.

Altezza, inclinazione ed orientamento

Generalmente i nidi artificiali devono essere agganciati da 1.80 a 6 metri di altezza dal suolo, in base alla tipologia di volatile a cui sono rivolti. Per i più piccoli (come i passero o il pettirosso) è bene non superare i 2/3 metri di altezza, per le specie più grosse invece si può salire.

In quanto all’orientamento, è proferibile che il foto di accesso sia in direzione sud-est. Si consiglia, infine, che la facciata sia lievemente inclinata verso il basso, ciò per evitare che l’acqua piovana vi entri accidentalmente.

Articoli correlati