Caso Ruby. Berlusconi pagò i testimoniTribuno del Popolo
mercoledì , 26 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Caso Ruby. Berlusconi pagò i testimoni

Altra mazzata per il Cavaliere accusato di corruzione in atti giudiziari dai giudici di Milano nell’ottica del processo “Ruby2″.  Berlusconi avrebbe pagato le ragazze testimoni con somme di denaro.

Altra tegola su Silvio Berlusconi che arriva dai giudici di Milano nelle motivazioni del cosiddetto processo Ruby 2. I giudici infatti hanno avanzato l’ipotesi di reato di corruzione in atti giudiziari per Silvio Berlusconi e anche nei confronti dei suoi legali Ghedini e Longo, e di alcune ragazze ospiti ad Arcore. Si tratta di una accusa molto pesante e sarebbe stato indiziato del reato di corruzione in atti giudiziari in qualità  di soggetto che elargiva il denaro e le altre utilità” alle ragazze-testimoni. I giudici della Quinta sezione penale del tribunale di Milano, presieduti da Annamaria Gatto, hanno depositato con qualche giorno di anticipo rispetto alla scadenza dei termini le motivazioni della sentenza con cui lo scorso luglio Lele Mora ed Emilio Fede sono stati condannati a 7 anni e Nicole Minetti a 5 anni per il caso Ruby. Nelle motivazioni si sapranno anche le ragioni per cui il tribunale ha disposto la trasmissione degli atti al Pm per, tra gli altri, Silvio Berlusconi, i suoi legali e Ruby. Anche Ruby però rischia dal momento che i giudici di Milano nelle motivazioni della sentenza del processo Ruby2, hanno ipotizzato il reato di corruzione in atti giudiziari anche per la giovane marocchina e il suo ex legale Luca Giuliante. Ruby avrebbe ricevuto vari pagamenti in contanti e bonifici che avvenivano in modo periodico e continuativo, e a occuparsene sarebbe stato proprio Giuliante. Per i giudici inoltre il “pagamento mensile, regolare di una somma di denaro di tale entità a soggetti che devono testimoniare in un processo nel quale colui che elargisce la somma è imputato, nonché in altro processo all’esito del quale colui che elargisce la somma è interessato, in quanto vicenda connessa alla sua, non è un’anomalia, ma un fatto illecito. Un inquinamento probatorio“. Secondo quanto raccontato in aula dalle olgettine, Berlusconi continuerebbe a elargire 2500 euro al mese alle ragazze che hanno preso parte alle sue cene ad Arcore.  

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/braianinu/5591797401/”>Braia Ninu</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top