Cgil. sono 150.000 i precari a rischio nel settore pubblicoTribuno del Popolo
domenica , 23 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cgil. sono 150.000 i precari a rischio nel settore pubblico

Si mette male per la pubblica amministrazione in Italia. Secondo varie stime dalla fine dell’anno sarebbero a rischio rinnovo nel settore pubblico circa 150.000 persone. 

Photo Credit

Dopo il nuovo blocco della contrattazione fino prossimo anno deciso dal governo, ecco emergere un nuovo allarme, questa volta per i precari, un rischio rinnovo che riguarda oltre 150.000 impiegati nel settore pubblico. Si tratta di lavoratori che si occupano di servizi essenziali, e se non dovessero venire rinnovati, come sembra, potrebbe scoppiare un doppio problema sociale, sia per il futuro dei lavoratori, sia per i cittadini che verrebbero così privati dei servizi erogati dal pubblico. Nel settore pubblico i contratti a tempo determinato considerati a partire dal 2011 sono 86.467.Anche i co.co.co sono a rischio, e anche i lavoratori interinali e gli addetti ai lavori socialmente utili. Ecco perchè la Cgil ha chiesto al governo di intervenire subito e di costruire un percorso che riapra le assunzioni a tempo indeterminato con scelte mirate e che riveda lo sblocco dei contratti di lavoro a tempo determinato nonché la chiusura di quell’obbrobrio giuridico rappresentato dai vincitori di concorso che non possono essere assunti. Si andrà anche incontro al blocco degli stipendi, con la Cgil che ha detto che nel periodo 2010-2014 i lavoratori vedranno andare in fumo complessivamente 4.100 euro. E’ stato dato dal Consiglio dei ministri il via libera definitivo al regolamento che proroga anche al prossimo anno lo stop alla contrattazione e agli automatismi degli stipendi per i dipendenti pubblici.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top