Cile 1973-2013. Incontro a Torino con Sebastian GarciaTribuno del Popolo
giovedì , 27 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cile 1973-2013. Incontro a Torino con Sebastian Garcia

Presso la Camera del Lavoro di Torino si è tenuto un interessantissimo incontro con Sebastian Garcia, responsabile comunicazione della Federation de estudiantes de la Universidad de Chile. Con lui si è parlato del golpe di Pinochet del 1973 e di quanto la società cilena sia ancora da esso condizionata.

Sono passati quarant’anni dall’11 settembre 1973, quando il golpe delle destre guidato da Augusto Pinochet assieme al placet della Cia e di Kissinger insanguinò il Cile portando alla morte di oltre trentamila persone. Cosa ha significato il golpe cileno per milioni di persone di sinistra e non è inutile ripeterlo, però in occasione del quarantesimo anniversario di quel fosco avvenimento la Flc Cgil Torino ha organizzato un incontro con Sebastian Garcia, responsabile comunicazione della Federation de estudiantes de la Universidad de Chile. All’incontro ha partecipato anche il professor Aldo Agosti che ha ricordato con poche ma intense parole il significato del golpe cileno e quanto la società civile contemporanea avesse reagito andando in piazza e costruendo una manifestazione oceanica che vide, tra gli altri, anche la partecipazione dell’allora presidente della Camera Sandro Pertini. Garcia ha poi presentato la situazione attuale del Cile, dove regna ancora una diseguaglianza molto forte tra i ceti più abbienti e quelli più poveri, e dove permangono intatte alcune impalcature messe su dai golpisti. Un valido esempio è quello del settore dell’Istruzione, dove i colossi stranieri possono investire liberamente, trasformando l’istruzione in un vero e proprio business. Infine Garcia ha parlato anche del sistema elettorale cileno, il cosiddetto sistema binominale, un sistema realizzato dai golpisti e che rende quasi impossibile riuscire a ottenere una maggioranza schiacciante per riuscire a cambiare le leggi imposte da Pinochet. Un bel pomeriggio di dibattito e di approfondimento che è servito a fare il punto sulla situazione del paese sudamericano, dove pare che finalmente alle rivendicazioni degli studenti si siano unite anche quelle del settore sanitario, dei malati, dei lavoratori e dei settori più deboli della società.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top