Cile. La rabbia degli studenti esplode a Santiago | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
domenica , 26 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cile. La rabbia degli studenti esplode a Santiago

Giornata di mobilitazione studentesca anche in Cile, a Santiago, dove circa 5000 studenti hanno marciato per le strade della capitale chiedendo una riforma del sistema scolastico. 

(MARTIN BERNETTI/AFP/GettyImages)

Sono almeno 5000 gli studenti che ieri sono scesi in strada a Santiago per chiedere a gran voce una riforma del sistema scolastico. Il corteo è stato organizzato  dalla Confederazione degli Studenti del Cile (Confech) con l’autorizzazione delle autorità, e si è scontrato con la polizia che ha utilizzato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni per disperdere la folla. Secondo le testimonianze la violenza sarebbe stata propagata da alcuni incappucciati che avrebbero lanciato pietre ai poliziotti in tenuta antisommossa. A seguito delle cariche della polizia ci sono stati diversi contusi e almeno dodici arresti.

Le proteste degli studenti in Cile proseguono ormai dal giugno del 2011. Una delle principali richieste che avanzano gli studenti  è quella di una riforma che favorisca la scuola pubblica. Il sistema scolastico cileno infatti è ancora figlio delle riforme di Pinochet e rispecchia le diseguaglianze sociali del Paese in quanto solamente i figli delle famiglie benestanti possono riuscire a frequentare le scuole migliori, rigorosamente private. I figli di quelle più povere invece devono andare nelle scuole pubbliche, spesso senza fondi e prive di attrezzature dignitose a causa dei pochi finanziamenti. Il sistema fiscale del Cile favorisce infatti le università private mentre non prevede alcun fondo specifico per l’istruzione tra quelli destinati ai comuni, che si devono occupare dell’educazione pubblica.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top