Cile. Si infiamma la protesta degli studentiTribuno del Popolo
sabato , 22 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cile. Si infiamma la protesta degli studenti

Scontri a Santiago del Cile tra polizia e studenti dopo una manifestazione con oltre 100.000 persone in piazza che sfilavano per una maggiore redistribuzione della ricchezza.

Photo Credit: (Reuters / Eliseo Fernandez)

Si infiamma nuovamente il Cile con la polizia che ha dovuto utilizzare lacrimogeni e idranti per allontanare i manifestanti al termine di una grande manifestazione per le strade di Santiago indetta che richiedere maggiore redistribuzione della ricchezza e servizi pubblici più efficienti. La violenza è cominciata mercoledì, quando i manifestanti hanno risposto alle cariche lanciando bottiglie Molotov. I manifestanti hanno anche preso d’assalto un ristorante utilizzando sedie e barricate per difendersi dalle forze dell’ordine, e proprio la polizia ha arrestato 102 persone, mentre quattro poliziotti sono rimasti feriti nel corso delle violenze. Il governo cileno ha utilizzato parole di fuoco contro i dimostranti: “Loro non sono studenti, sono criminali ed estremisti“, ha detto  Andres Chadwick, ministro degli Interni, nel corso di una conferenza stampa. “Essi hanno agito in modo coordinato per provocare atti di violenza“. Ma in piazza a Santiago non sono scesi solo gli studenti, anche portuali, minatori di rame e dipendenti pubblici si sono uniti alla protesta che è stata descritta come uno sforzo per sottolineare i problemi sociali  proprio a ridosso delle primarie presidenziali di domenica. Il Cile, grazie alle grandi miniere di rame di cui dispone, ha visto una crescita economica e di investimenti che però i dimostranti accusano che non vengono utilizzati per il miglioramento della società. Con i suoi 17 milioni di abitanti il Paese sudamericano soffre infatti di disuguaglianza, e la sinistra e l’opposizione vogliono fomentare la rabbia sociale per cambiare gli equilibri politici. Lo scontento infatti sta aumentando in diversi settori della società, alimentato anche e soprattutto dal sistema educativo cileno che tende a escludere i più poveri dal servizio di istruzione.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top