Cina. Arrivano le "risaie pensili" per aumentare la produzione | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cina. Arrivano le “risaie pensili” per aumentare la produzione

Avete presente Babilonia? la mitica città mesopotamica famosa per i suoi giardini pensili? In tempi di inquinamento globale una buona notizia per l’ambiente arriva dalla Cina, dove in un villaggio nella regione di Zhejiang è maturata l’idea di sfruttare il tetto delle case per coltivare il riso.

La Cina non è di certo un Paese famoso per il rispetto della natura, anzi negli ultimi decenni il governo cinese non ha badato molto per il sottile, anteponendo il bisogno di progresso al rispetto dell’ambiente. Pechino però in questo XXI secolo ha deciso di invertire la tendenza, e di combinare il bisogno di rispettare l’ambiente con un aumento della produzione di riso, il cereale alla base del sostentamento della maggioranza della popolazione cinese. Così, come riportato dall’Ansa, nella regione di Zhejiang alcuni cinesi hanno avuto un’idea geniale: sfruttare il tetto delle case per costruire delle risaie pensili. Lo Zhejiang, regione costiera non lontana da Shanghai, è una delle più ricche del Paese ed è considerata la terra del riso, ed è considerata la regione che dovrà imprimere una svolta nel potenziamento e nella modernizzazione del settore agricolo. Il Global Times portato a esempio un contadino della regione che ha realizzato nelle scorse settimane un raccolto precoce di riso grazie a una risaia a secco creata sul tetto del compound dove abita. La mini-risaia ha una estensione di 133 metri quadrati e il raccolto è stato di circa cento chili. Questo metodo innovativo ha ricevuto un largo seguito in Cina, e migliaia di coltivatori hanno deciso di imitarlo. I vantaggi infatti consistono nel non avere bisogno di terreno in più per accrescere la superficie coltivata e nell’evitare il rischio che erbacce ed altre piante nocive si mescolino alle spighe di riso. Nonostante la produzione di cereali  (riso e grano)  sia in continua crescita in Cina, non è ancora considerata sufficiente nonostante i 571 milioni di tonnellate prodotte nel 2011.  Pertanto il governo ha lanciato per il 2012 un grande piano nazionale per aumentare la produzione di cereali migliorando la produttività delle fattorie. A tale scopo sono stati decisi un consistente aumento dei prezzi minimi garantiti e vari provvedimenti di stimolo, come facilitazioni per l’accesso al credito.

VAI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top