Cina. La "democrazia capillare" di PechinoTribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cina. La “democrazia capillare” di Pechino

Come suggerito dalla rivista online The Diplomat aldilà dei pregiudizi dell’Occidente sul governo cinese, accusato di essere dittatoriale e antidemocratico l’analista K.Meyer suggerisce di analizzare il sistema politico cinese senza pregiudizi, e magari si potrebbe imparare qualcosa da quella che ha definito una “democrazia capillare”. 

Ci può essere qualcosa di buono nel sistema politico cinese o dobbiamo seriamente prendere per buone le versione dei vari analisti occidentali che vedono in Pechino solamente la sede di un governo dittatoriale e antidemocratico? Secondo Patrik K.Meyer, analista del The Diplomat, in realtà ci sarebbero dei motivi per guardare al sistema cinese con occhi diversi, magari meno accecati dalla propaganda e dal pregiudizio. Ad esempio Meyer ha coniato con la Repubblica Popolare Cinese il termine di “democrazia capillare”, suggerendo dunque che il sistema cinese in realtà sia molto più complesso di una semplice dittatura come qualcuno vorrebbe far credere. Innanzitutto la piramide dell’autorità cinese si basa su una serie di funzionari eletti che agiscono come una sorta di intermediari tra i cittadini e il governo cinese. Inoltre Meyer ha suggerito come il processo decisionale del governo sia guidato dalle informazioni che vengono assorbite nel corso di questo processo, e questo si vede nelle politiche adottate per migliorare il livello delle condizioni di vita della maggioranza della popolazione cinese. Non solo, si potrebbe anche sostenere secondo lo stesso principio che il governo cinese sia “da e per il popolo”, il che fa concludere a Meyer che le democrazie occidentali dovrebbero prendere spunto dal sistema cinese che limita il processo elettivo solo a un livello di base, utilizzando al contrario squadre professionali e preparate in temi specifici per governare il proprio popolo. Meyer tocca a questo punto un tema focale, ovvero cerca di sviscerare il concetto stesso della parola “democrazia” che, come sappiamo, deriva dal greco e significa governo del popolo. Quello che esula dal concetto di democrazia è come il popolo debba governare, e su questo l’Occidente pretende di aver deciso la risposta per sempre. Ad esempio Meyer suggerisce una definizione più completa della democrazia, che diventa una forma di governo “in cui il potere supremo è del popolo ed è da esso esercitato direttamente o indirettamente attraverso un sistema di rappresentanza che prevede periodicamente libere elezioni”. Partendo da questa premessa e da questa definizione Meyer si domanda dunque se il sistema politico cinese sia o meno democratico. La sua riposta è che quella cinese è una democrazia in quanto gli interessi dei cinesi sono proprio il motivo per cui il governo è stato costruito. In particolare Meyer evidenzia l’esistenza di due organizzazioni di base dove il popolo e il governo possono scambiarsi informazioni: il Partito Comunista Cinese e i comitati di villaggio e comunità. Mentre i membri del PCP sono sostanzialmente nominati (l’iscrizione al partito è aperta a tutti), i membri del comitato di villaggio o comunità sono regolarmente eletti con elezioni dirette. Inoltre anche i rappresentanti della cittadinanza del congresso del popolo vengono eletti direttamente dal popolo e sono responsabili di informazioni circa i bisogni e le attese del popolo, inviando poi le richieste al Congresso Nazionale del Popolo. Addirittura ci sarebbero qualcosa come tre milioni di organizzazioni di base e milioni di rappresentanti di centinaia di migliaia di villaggi che sarebbero costantemente in contatto con il governo centrale, da qui la definizione scelta da Meyer di “capillary democracy”.

Patrik K. Meyer è un esperto di politica estera presso il Dipartimento di lingua Araba e letteratura all’Università di Pechino, Cina. 

Fonte: http://thediplomat.com/2016/03/chinese-capillary-democracy-can-western-democracies-learn-from-china/

Tribuno Del Popolo

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top