Cina. Pechino ammonisce gli Usa: si rischia la guerraTribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cina. Pechino ammonisce gli Usa: si rischia la guerra

Tensione alle stelle dopo lo sconfinamento di una nave americana in quelle che Pechino considera le proprie acque territoriali.  La Cina ha voluto ammonire gli Stati Uniti avvisando che Washington starebbe rischiando un incidente che potrebbe portare a una potenziale guerra.  I rapporti tra Usa e Cina non sono mai stati così tesi…

A leggere le notizie provenienti dalla Cina c’è ben poco da stare allegri dal momento che Pechino non sembra aver preso molto bene l’azione degli Usa di inviare una nave da guerra a ridosso delle isole Spratly, che Pechino considera essere nelle proprie acque territoriali. In risposta al gesto di Washington, interpretato palesemente come una provocazione, il comandante della Marina militare cinese ha detto chiaramente che se gli Stati Uniti non metteranno fine alle loro “azioni provocatorie” nel Mar della Cina del Sud, potrebbe scoppiare una guerra. L’ammiragio Wu Shengli ha detto queste parole molto pesanti nel corso di una videoconferenza con il capo della flotta americana John Richardson: “Se gli Usa continuano in questo tipo di azioni pericolose ci potrebbe facilmente essere una forte pressione tra le forze di prima linea delle due parti sia in mare che in cielo, o anche un piccolo incidente che a sua volta potrebbe provocare una guerra” (Fonte Il Giornale, RT).

Gli Usa continuano quindi a ignorare le rivendicazioni degli altri paesi e a interpretare il mondo a proprio piacimento, si potrebbe spiegare solo in quest’ottica la decisione americana di inviare una nave da guerra a ridosso degli isolotti artificiali costruiti dai cinesi nelle acque che sono attualmente oggetto di rivendicazione anche da parte di altri paesi limitrofi, ma non certo dagli Stati Uniti. Pechino per la verità reclama il 90% di quel territorio mentre Washington ovviamente cerca di fare leva sulle rivendicazioni analoghe di Brunei, Vietnam, Taiwan e Filippine, in chiave anticinese. Una situazione di questo genere potrebbe nei prossimi anni portare a scenari pericolosi, e la sensazione è che siano scenari che qualcuno alla Casa Bianca non vorrebbe affatto evitare…

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top