Cina. Pechino decide nuovo aumento delle spese militariTribuno del Popolo
venerdì , 28 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cina. Pechino decide nuovo aumento delle spese militari

Il mondo sembra progredire sempre di più verso scenari di riarmo globale. Gli Usa rimangono il Paese che investe di più in armamenti ma Pechino ha deciso di aumentare del 10% gli investimenti nella Difesa rispetto al 2014, che aveva a sua volta visto un aumento del 12,2% rispetto all’anno precedente. 

Purtroppo in questo XXI secolo sembra di assistere a una sorta di riarmo globale piuttosto che alla costruzione di un sistema di pesi e contrappesi in grado di allontanare le prospettive di guerra. Inutile ricordare che gli Stati Uniti sono ancora i primi per distacco della brutta classifica degli investimenti nel settore militare ma ora anche gli altri attori internazionali sembrano aver deciso di premere sull’acceleratore del riarmo. Dopo Berlino, che ha deciso di aumentare le spese militari dopo anni, è la volta di Pechino che ha deciso di aumentare del 10% gli investimenti nel comparto della difesa rispetto al 2014, quando comunque il governo cinese aveva aumentato del 12,2% rispetto al 2013 gli investimenti nello stesso settore. Si tratta, parlando di cifre, di qualcosa come 130 miliardi di dollari, una montagna di soldi che sono comunque nulla rispetto ai 535 miliardi di dollari messi a regime dagli Stati Uniti nel 2015. Non solo, la Casa Bianca ha persino previsto un aumento ancora più cospicuo per l’anno successivo, con investimenti che potrebbero raggiungere i 600 miliardi di dollari. La notizia della decisione cinese di aumentare il budget per i fondi militari è stata annunciata da Fu Ying, portavoce del Parlamento di Pechino, che ha anche dichiarato come “la politica militare della Cina è per sua natura difensiva, concetto definito in maniera molto chiara nella Costituzione. Non cambieremo facilmente princìpi e direzione”. Inutile dire che la Cina inizia a essere consapevole della sua potenza e soprattutto del ruolo egemone che potrebbe recitare in vista del futuro prossimo, soprattutto negli equilibri regionali dell’Asia. L’intento di Pechino insomma è proprio quello di ammodernare le forze armate aumentando nel contempo i fondi per la ricerca e per lo sviluppo di nuovi armi ed equipaggiamenti ad alta tecnologia. Per farlo il governo comunista cinese ha deciso di stanziare nuovi investimenti nel campo dell’industria, ma anche in quello del settore scientifico legato alla Difesa. Secondo molti analisti la Cina penserà soprattutto a rafforzare la marina, con tanto di portaerei e navi anti-sommergibili. Peraltro la tendenza generale degli investimenti nel settore militare da parte di Pechino è proprio quella di un aumento progressivo e di un rafforzamento delle proprie capacità militare per controbilanciare quello che viene configurato come un vero e proprio accerchiamento da parte degli Stati Uniti, vedi il riarmo del Giappone e i contenziosi riaccesi negli ultimi anni tra Pechino e Tokyo (isole Senkaku).

Photo Credit http://ilmanifesto.info/wordpress/wp-content/uploads/2014/09/16/17est1-box-cina-431600.jpg

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top