Cina. Un piano da 19 miliardi per le campagneTribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cina. Un piano da 19 miliardi per le campagne

Il governo di Pechino ha varato un piano da 19 miliardi di euro per le campagne volto a collegare entro il 2020 ben 50.000 villaggi alla connessione veloce. Oltre 30 milioni di famiglie cinese ne trarranno immediato giovamento e il 98% del territorio nazionale sarà connesso alla rete.

Puntare su internet e sulla connessione a banda larga sembra essere il volano scelto dal governo cinese per la crescita economica delle campagne. Il governo di Pechino ha infatti deciso di collegare entro il 2020 altri 50.000 villaggi alla connessione ultraveloce, il che si tradurrà in un conseguente miglioramento dei servizi per 30 milioni di famiglie contadine. Nel 2020 inoltre se verranno mantenute le promesse ben il 98% del territorio cinese sarà connesso alla rete, un piano monumentale da 19 miliardi di euro che servirà a riscattare le campagne cinesi in cui si stima vivono ancora tra i 600 e gli 800 milioni di persone. Ultimamente peraltro si è assistito a un vero e proprio esodo dalle campagne alle città, con un conseguente spopolamento della popolazione delle campagne cinesi. Secondo alcune stime nel 2014 il reddito medio nelle campagne è stato di meno di 1500 euro all’anno, ovvero meno della metà degli stipendi medi nelle aree urbane. Di conseguenza il Partito Comunista Cinese ha deciso di puntare sul riscatto delle campagne e internet potrebbe essere proprio uno dei volani di crescita che dovrebbe rivoluzionarne l’economia in tempi brevi.

 Secondo un rapporto relativo al 2015 realizzato dal gruppo di ricerca dell’azienda cinese Alibaba, il commercio online nelle campagne dovrebbe passare dai 24 miliardi di euro del 2014 a oltre 63 miliardi in appena due anni. Si tratterebbe di un incremento straordinario che permetterebbe anche alle zone più arretrate di trovare dei modi per commercializzare i propri prodotti. Le attività commerciali aperte online nelle campagne cinesi hanno già creato più di 280mila posti di lavoro in pochi mesi, e la tendenza sembra destinata ad aumentare. Pechino vorrebbe aumentare quindi i consumi della campagna facendo aumentare di conseguenza il peso dei consumi nel Pil del Paese (attualmente rappresentano il 30% contro il 70% degli Usa).  Inoltre il governo cinese ha deciso di dichiarare guerra alla povertà ed entro il 2020 si stima che 70 milioni di cinesi che ancora vivono in zone sperdute potranno migliorare le propri condizioni sociali ed economiche. Insomma un vero e proprio investimento mirante a ridurre le diseguaglianze sociali e di reddito.
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top