Cipro. Eurogruppo ci ripensa? Resta il caos | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
domenica , 23 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cipro. Eurogruppo ci ripensa? Resta il caos

Secondo le ultime notizie l’Eurogruppo avrebbe deciso di ripensarci e di modificare il prelievo forzoso sui conti correnti che dovrebbe venire approvato entro oggi dal Parlamento cipriota. Si tratta della prima volta che l’Europa impone di mettere le mani nei risparmi dei cittadini…

ciproooo

Rimane alta la tensione a Cipro dopo gli annunci di ieri del prelievo forzoso sui risparmi dei cittadini proposto dall’Eurogruppo in cambio di un prestito di dieci miliardi. Ora però questa proposta iniziale potrebbe venire modificata. La versione originaria infatti, prevedeva un esborso del 6,75% sui depositi bancari fino a 100,000 euro e del 9,9% su quelli oltre questa soglia. Ieri sera però l’Eurogruppo ha deciso di esentare dal prelievo i conti fino a 100,000 euro, forse per evitare di scatenare una vera e propria rivolta. Per bilanciare la correzione, l’aliquota sui patrimoni d’importo superiore potrebbe arrivare al 15%. Il Fondo monetario internazionale e la Banca centrale europea hanno dato il via libera. Gli Stati Uniti sono intervenuti chiedendo una soluzione “equa e responsabile”, mentre Mosca, che ha parecchi patrimoni parcheggiati proprio a Nicosia, è andata su tutte le furie. Il leader del Cremlino Vladimir Putin ha definito il prelievo “ingiusto, poco professionale e pericoloso“. Dei 91,5 miliardi di euro di deposti nella banche cipriote, 18,3 miliardi appartengono ufficialmente a cittadini russi.  Ecco perchè oggi a Mosca potrebbe sbarcare il ministro delle Finanze cipriota, Michalis Sarris, con l’obiettivo di negoziare un nuovo prestito della Russia all’isola. Intanto però i cittadini ciprioti sono furiosi e hanno organizzato diverse manifestazioni mentre le banche continuano a rimanere chiuse per evitare la corsa dei risparmiatori verso i bancomat per ritirare i risparmi in preda al panico. In questo pomeriggio spetterà al Parlamento cipriota dare il proprio assenso, e non è assolutamente detto che sia una formalità.

VAI SULLA PAGINBA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top