Colombia. Sospesi i negoziati di pace con le FarcTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Colombia. Sospesi i negoziati di pace con le Farc

Colombia. Sospesi i negoziati di pace con le Farc

Dopo due anni di trattative  tra governo colombiano e Farc, un generale dell’esercito è stato sequestrato nell’ovest del Paese e il presidente Santos ha immediatamente dichiarato sospesi i negoziati in atto all’Avana con il movimento guerrigliero marxista. 

Juan Manuel Santos, presidente della Colombia, è stato molto chiaro annunciando l’immediata sospensione dei negoziati di pace in corso da quasi due anni con i guerriglieri delle Farc. La scintilla scatenante è stata il sequestro di un generale dell’esercito colombiano assieme ad altre due persone avvenuto in una località nella parte occidentale del Paese. Il presidente Santos si era speso molto per cercare di porre fine a quella che era una vera e propria guerra civile e il tentativo di trovare una soluzione aveva fatto fare diversi passi in avanti verso la pace con i colloqui che sono cominciati all’Avana, a Cuba. Chiaramente il sequestro dell’ufficiale è stato immediatamente preso a pretesto per sospendere le trattative e i negoziati in atto, lo ha annunciato lo stesso Santos che ha definito “inaccettabile” l’accaduto e dopo una riunione con i vertici militari avvenuto a Bogotà. In teoria già domani a Cuba era previsto l’arrivo dei negoziatori del governo, ma ora non arriveranno più dal momento che i negoziati sono stati sospesi.  Il generale rapito infatti è Ruben Dario Alzate, ovvero il comandante di una unità speciale nella lotta contro la guerriglia delle Farc. Il rapimento è avvenuto nella giornata di domenica mentre Alzate in abiti civili si era recato in visita a Las Mercedes, un villaggio a circa 15 chilometri da Quidbo, capitale della regione di Choco, nell’Ovest del Paese. Il generale è stato rapito assieme ad altri due militari mentre si trovava a bordo di una imbarcazione. I negoziati di pace tra il governo colombiano di Manuel Santos e la guerriglia marxista delle Forze armate rivoluzionarie sono iniziati nel novembre del 2012 e avevano anche portato a risultati positivi, ma la sensazione è che siano andati deteriorandosi e ora questo incidente potrebbe compromettere tutto il processo pazientemente portato avanti. Attualmente comunque le Farc non hanno commentato il rapimento e bisognerà monitorare da vicino la situazione per capire quali saranno le prossime misure che il governo di Santos metterà in atto.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top