Comunque vada, per gli italiani sarà un insuccessoTribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Comunque vada, per gli italiani sarà un insuccesso

Mentre continua il becero teatrino di Berlusconi che ricatta l’Italia e gli italiani, il Paese è costretto a rimanere alla finestra con la certezza che, comunque vada, per i problemi del Paese reale cambierà poco o nulla.

Photo Credit

Tutti, giustamente, parlano dell’irresponsabilità di Silvio Berlusconi. In Senato personaggi di tutti gli schieramenti continuano ad appellarsi al “Paese reale” che soffre, ignorando che ormai tra loro e il Paese reale esiste un solco incolmabile. Si assiste così a un becero teatrino con Berlusconi che continua il suo gioco al massacro sulla pelle degli italiani, prendendo in giro il Paese, l’Europa e il mondo pur di tutelare i propri interessi. Dall’altra parte c’è un centrosinistra di Letta che ormai porta avanti una volontà governista che non ha più nulla a che fare con ideali e obiettivi progressisti tipici della sinistra. Così tutti gli schieramenti politici portano avanti le loro manovre mentre nel Paese reale, quello sì, gli italiani continuano la loro lotta per la sopravvivenza inviando curriculum che nessuno leggerà e facendo file di fronte a interinali che non porteranno da nessuna parte. Il tutto mentre una destra irresponsabile ed eversiva è pronta a giocare al massacro pur di salvare il Satrapo. E in tutto questo Enrico Letta nel suo discorso in Senato parla delle misure fatte dal suo governo, ignorando che non sono servite assolutamente a nulla dal momento che il mercato del lavoro è completamente bloccato e migliaia e migliaia di giovani continuano ad avere come unica ambizione nella vita l’emigrazione, un pò come i paesi del Terzo Mondo. Così il discorso politico si limita a vertere sul tema: “Berlusconi sì o Berlusconi no”, ignorando che ormai discutere del rilancio dell’Italia come Paese risulta impossibile dal momento che centrodestra e centrosinistra sono ormai appiattiti sull’accettazione prona della ricetta tagli, tagli e ancora tagli. Fin quando passerà culturalmente l’associazione: Stato= spesa e inefficienza, purtroppo per il nostro Paese non ci sarà alcuna speranza. E in questo anche Letta e il PD non sembrano poter fare nulla di meglio rispetto al Cavaliere, per non parlare di Grillo, che continua a sua volta da anni a giocare sulla pelle degli italiani. Quante volte Grillo avrebbe potuto salvare il Paese accettando di fare un governo assieme a Bersani che avrebbe chiuso per sempre con Berlusconi, pitonesse, gerarchi e nostalgici del ventennio? Eppure ha scelto di rimanere lì, come uno sciacallo pronto a leccare il sangue della vittima ferita, rinunciando a sporcarsi le mani per provare, nei fatti, a migliorare la vita degli italiani.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top