Corea del Nord. Il nucleare e il solito #DoubleStandardTribuno del Popolo
giovedì , 21 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Corea del Nord. Il nucleare e il solito #DoubleStandard

Kim Jong-Un ha appena fatto sapere che la Corea del Nord è una “potenza nucleare responsabile” e che non intende utilizzare ordigni atomici se non per difesa e in caso di aggressioni portate con armi nucleari. Dunque Pyongyang non sembra affatto essere una potenza “aggressiva” come i media vorrebbero farci credere insistentemente, ma uno Stato che intende difendere i propri confini con ogni mezzo. Lo dimostra che dal 1953 a oggi Pyongyang non ha invaso nessuno. Può dirsi lo stesso di Washington? 

Da qualche mese tutti i media martellano con convinzione circa la pericolosità della pace globale della Corea del Nord. Lo hanno in modo continuato ricorrendo anche a vere e proprie operazioni di propaganda, basti pensare a tutte le notizie prese per vere e poi rivelatesi completamente inventate che addossavano a Kim Jong-Un ogni genere di nefandezza, dalla fucilazione della ex ragazza (poi tornata viva e vegeta in Tv poche settimane dopo), fino allo zio fatto sbranare dai cani (balla presa da un sito satirico cinese da parte di tutti i principali quotidiani occidentali). Ma se la Corea del Nord è un inferno sulla terra, che motivo c’è di confezionare balle spaziali per screditare Pyongyang? Domande senza risposta, ancor più che a noi non interessa di certo proporre la Corea del Nord come un modello sotto alcun punto di vista.

Kim Jong-Un comunque ha appena dichiarato che la Corea del Nord è una “potenza nucleare responsabile” e che non ha alcuna intenzione di utilizzare gli ordigni atomici se non per motivazioni difensive, ovvero qualora la propria sovranità venisse violata da forze “ostili e aggressive con testate nucleari”. Kim Jong-Un lo ha assicurato nel corso del settimo congresso del Partito dei Lavoratori come riportato dall’agenzia Kcna . Non solo, la Corea del Nord ha anche invitato gli usa a non “interferire” nella penisola. Dunque non parole aggressive ma difensive e il fatto che l’opinione pubblica mondiale e occidentale accusi Pyongyang di toni minacciosi la dice lunga sulla strumentalizzazione della vicenda, ancor più che anche il Sudafrica razzista dell’apartheid aveva delle testate nucleari, solo che secondo gli Usa solo loro possono essere in grado di decidere chi è autorizzato ad avere l’atomica.

Insomma non si comprende per quale motivo la Corea del Nord dovrebbe “fidarsi” degli americani e smantellare il proprio esercito visto e considerato che gli Usa, fino a prova contraria, sono gli unici che l’atomica l’hanno utilizzata per davvero. Peraltro Kim Jong-Un ha anche parlato della riunificazione tra le due Coree ricordando come le due parti dovrebbero cominciare a rispettarsi a vicenda e a unire le forze in vista di una unificazione della penisola coreana. E’ davvero così folle la richiesta di Kim Jong-Un agli Usa di lasciare la Corea del Sud in modo così da creare le premesse per un trattato di pace che sostituisca l’armistizio del 1953? E soprattutto è aggressiva la Repubblica Democratica di Corea o chi, come Washington, continua a ingerire negli affari interni di una regione a decine di migliaia di chilometri dal proprio territorio?

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top