Corea del Nord. Lanciato "Achim", l'ipad di Pyongyang | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 17 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Corea del Nord. Lanciato “Achim”, l’ipad di Pyongyang

La guerra nei tempi contemporanei non si combatte solo con armi e missili. Esiste anche la guerra “commerciale”, una guerra che tra le due Coree finora era stata vinta a mani basse da Seoul. Dalla Corea del Nord però arriva una novità: si chiama “Achim” ed è il nuovo ipad progettato dagli ingegneri di Pyongyang.

Quando qualcuno pensa a ipad, computer, schermi di ultima generazione, pensa quasi sicuramente a Tokyo, Pechino, o Seoul. Difficilmente penserà a Pyongyang, la capitale della Corea del Nord, paese militarizzato per antonomasia,da sempre sull’orlo di una crisi diplomatica con la vicina Corea del Sud. Questa volta però Pyongyang fa parlare di sè non per test nucleari o per sfilate militari, bensì per il lancio hardware di un nuovo prodotto tecnologico. Si chiama “Achim”, il cui significato in lingua locale è “mattina”, e può essere considerato una sorta di “clone iPad”. Chiaramente l’uscita di questo nuovo prodotto non farà passare notti insonni agli ingegneri di Seoul, molto più avanzati dei loro omologhi del Nord, tuttavia secondo l’agenzia di stato Kcna, il nuovo prodotto starebbe guadagnando un’ottima popolarità tra giovani e studenti a Pyongyang. In base alle informazioni sin qui rese note dalla Kcna, “Achim” peserebbe 300 grammi e avrebbe una batteria della durata di cinque ore. Verrebbe inoltre distribuito al pubblico con già alcuni software installati, vedi materiale didattico, dizionari e dati scientifici.  Non è  ancora chiaro quale sistema operativo  verrà utilizzato dal dispositivo, anche se gli esperti del settore ipotizzano che possa essere una versione del mitico Red Star OS, una della versioni di Linux pensate per Pyongyang. Ci sono però anche molti scettici che considerano Achim un prodotto interamente cinese che sarebbe stato importato per motivi tattici da Pyongyang e spacciato per nordcoreano. Indipendentemente da ciò comunque, la notizia della produzione da parte nordcoreana di “Achim” lascerebbe pensare a possibili scenari futuri positivi per quanto riguarda una maggiore integrazione della Nord Corea nell’economia regionale.  La speranza è che Pyongyang possa finalmente capire di dover diversificare la propria economia, e che magari decida di investire finalmente alcuni fondi anche in progetti che non riguardano direttamente il settore militare e la Difesa.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top